Medusa. Storie dalla fine del mondo (per come lo conosciamo)
0 0 0
Risorsa locale

De Giuli, Matteo - Porcelluzzi, Nicolò

Medusa. Storie dalla fine del mondo (per come lo conosciamo)

Abstract: I roghi, le alluvioni, l'aria intossicata, le estinzioni di massa, la pandemia. L'emergenza climatica ci sta abituando a disastri ecologici che sono sintomi di una catastrofe già in atto. Mentre l'universo politico discute di green economy e capitalismo sostenibile occorre iniziare a misurarsi con dubbi finora impensabili: siamo davvero sull'orlo dell'estinzione? Com'è possibile sopravvivere su un pianeta che sta esaurendo le sue risorse? Quali legami si possono ancora tessere nel pieno di uno stravolgimento che non è solo ambientale, ma anche filosofico, sociale e morale? Nato dall'omonima newsletter bisettimanale che in quattro anni ha raccolto migliaia di iscritti, Medusa. Storie dalla fine del mondo (per come lo conosciamo) è un viaggio che dalla cima del Pirellone vi porterà alla Gola di Xiling, e poi ancora lungo le rive del Mississippi e nelle grotte di Tora Bora, nel verde amazzonico e nel petrolio nigeriano, tentando l'ultimo rito che resta di fronte al disastro: raccontarlo. Matteo De Giuli è senior editor del Tascabile di Treccani. Scrive per diverse riviste culturali, cartacee e online. Ha collaborato con Rai3 e Radio3.Nicolò Porcelluzzi è redattore del Tascabile di Treccani e autore di podcast. Ha scritto per Internazionale e altre riviste."Trovo spesso i libri scientifici poco letterari e quelli letterari poco scientifici. Poi arrivano De Giuli e Porcelluzzi e mi risolvono il dilemma. Medusa è un libro rigoroso e immaginifico, come sanno esserlo scienza e letteratura."Veronica Raimo"Quando pubblicavo The Anthropocene tra i 100 Notes, 100 Thoughts di dOCUMENTA(13), non pensavo che ci sarebbe stato un cambiamento di paradigma imminente, tracciato con passione da mille rivoli nell'arte e nella teoria, raccolto in un fiume di attributi come Medusa e come racconta questo libro di Matteo De Giuli e Nicolò Porcelluzzi. Occorre raccontare storie, e storie di storie, creare alleanze e aprirsi alle parole."Carolyn Christov-Bakargiev"Un libro che come un filtro a infrarossi sul nostro sguardo ci consente di vedere il non visibile."Laura Pugno


Titolo e contributi: Medusa. Storie dalla fine del mondo (per come lo conosciamo)

Pubblicazione: Nero editions, 22/09/2021

EAN: 9788880561378

Data:22-09-2021

Nota:
  • Lingua: italiano
  • Formato: EPUB con DRM Adobe oppure con Social DRM

Nomi:

Dati generali (100)
  • Tipo di data: data di dettaglio
  • Data di pubblicazione: 22-09-2021

I roghi, le alluvioni, l'aria intossicata, le estinzioni di massa, la pandemia. L'emergenza climatica ci sta abituando a disastri ecologici che sono sintomi di una catastrofe già in atto. Mentre l'universo politico discute di green economy e capitalismo sostenibile occorre iniziare a misurarsi con dubbi finora impensabili: siamo davvero sull'orlo dell'estinzione? Com'è possibile sopravvivere su un pianeta che sta esaurendo le sue risorse? Quali legami si possono ancora tessere nel pieno di uno stravolgimento che non è solo ambientale, ma anche filosofico, sociale e morale? Nato dall'omonima newsletter bisettimanale che in quattro anni ha raccolto migliaia di iscritti, Medusa. Storie dalla fine del mondo (per come lo conosciamo) è un viaggio che dalla cima del Pirellone vi porterà alla Gola di Xiling, e poi ancora lungo le rive del Mississippi e nelle grotte di Tora Bora, nel verde amazzonico e nel petrolio nigeriano, tentando l'ultimo rito che resta di fronte al disastro: raccontarlo. Matteo De Giuli è senior editor del Tascabile di Treccani. Scrive per diverse riviste culturali, cartacee e online. Ha collaborato con Rai3 e Radio3.Nicolò Porcelluzzi è redattore del Tascabile di Treccani e autore di podcast. Ha scritto per Internazionale e altre riviste."Trovo spesso i libri scientifici poco letterari e quelli letterari poco scientifici. Poi arrivano De Giuli e Porcelluzzi e mi risolvono il dilemma. Medusa è un libro rigoroso e immaginifico, come sanno esserlo scienza e letteratura."Veronica Raimo"Quando pubblicavo The Anthropocene tra i 100 Notes, 100 Thoughts di dOCUMENTA(13), non pensavo che ci sarebbe stato un cambiamento di paradigma imminente, tracciato con passione da mille rivoli nell'arte e nella teoria, raccolto in un fiume di attributi come Medusa e come racconta questo libro di Matteo De Giuli e Nicolò Porcelluzzi. Occorre raccontare storie, e storie di storie, creare alleanze e aprirsi alle parole."Carolyn Christov-Bakargiev"Un libro che come un filtro a infrarossi sul nostro sguardo ci consente di vedere il non visibile."Laura Pugno

Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.