Più nero della notte. Sicarusa, 1965. Un'indagine del commissario Portanova
0 0 0
Risorsa locale

Minnella, Alberto

Più nero della notte. Sicarusa, 1965. Un'indagine del commissario Portanova

Abstract: È una sera calda del giugno del 1965. Nell'isolotto di Ortigia l'aria è ferma. In un appartamento in via Torres viene ritrovato cadavere Emanuele Mangiafico "anni 33, come Cristo, ma coniugato" precisa il brigadiere Melluzzo. È stato picchiato fino alla morte. Dopo aver mosso tre passi nella penombra, Portanova cerca a fatica di raccogliere le testimonianze degli inquilini dello stabile, quasi tutti votati a essere uomini d'acqua salata. A indagine in corso, la prima sospettata è la moglie Apolline Martin, francese dalla pelle dura. Tuttavia, la donna è stata vista lasciare la città molto prima che il pasticcio si verificasse. Tracciando il solco sulla vita della vittima, Portanova cerca a fatica di ricostruire il passato ambiguo di Mangiafico, ambiguo come quegli uomini che, pur di sbarcare il lunario, accettano di fare qualsiasi cosa e per chiunque, senza scrupoli. Nel frattempo due eventi interrompono la recherche: sul Palazzo di Città dei teppisti scrivono a caratteri cubitali frasi fasciste, mettendo in imbarazzo gli inquilini del Municipio. Poi, una anziana donna di origini ebraiche viene ritrovata carbonizzata nella sua abitazione, una catapecchia rimasta in piedi per miracolo e scampata alla febbre edilizia che ha visto la zona nord della città soffocata da chili e chili di cemento. A causare la morte della donna è stata una vecchia stufa. Nessun delitto, nessun misfatto. Portanova, poliziotto navigato e malinconico, sarà coinvolto in questo tris nero come la notte che renderà Ortigia teatro macabro di una vergogna tutta italiana.Alberto Minnella, nato ad Agrigento nel 1985, ha lavorato come cronista per il "Giornale di Sicilia" e il "Corriere di Sicilia". Ha studiato musica moderna a Parigi all'accademia di batteria Dante Agostini. Ha pubblicato nel 2013 il suo romanzo d'esordio edito da Fratelli Frilli Editori Il gioco delle sette pietre seguito da Una mala jurnata per Portanova e Portanova e il cadavere del prete (Fratelli Frilli Editori). Nel 2019 pubblica L'amore è tutto qui edito da Bertoni Editore.


Titolo e contributi: Più nero della notte. Sicarusa, 1965. Un'indagine del commissario Portanova

Pubblicazione: Fratelli Frilli Editori, 29/07/2021

EAN: 9788869435447

Data:29-07-2021

Nota:
  • Lingua: italiano
  • Formato: EPUB con DRM Adobe

Nomi:

Dati generali (100)
  • Tipo di data: data di dettaglio
  • Data di pubblicazione: 29-07-2021

È una sera calda del giugno del 1965. Nell'isolotto di Ortigia l'aria è ferma. In un appartamento in via Torres viene ritrovato cadavere Emanuele Mangiafico "anni 33, come Cristo, ma coniugato" precisa il brigadiere Melluzzo. È stato picchiato fino alla morte. Dopo aver mosso tre passi nella penombra, Portanova cerca a fatica di raccogliere le testimonianze degli inquilini dello stabile, quasi tutti votati a essere uomini d'acqua salata. A indagine in corso, la prima sospettata è la moglie Apolline Martin, francese dalla pelle dura. Tuttavia, la donna è stata vista lasciare la città molto prima che il pasticcio si verificasse. Tracciando il solco sulla vita della vittima, Portanova cerca a fatica di ricostruire il passato ambiguo di Mangiafico, ambiguo come quegli uomini che, pur di sbarcare il lunario, accettano di fare qualsiasi cosa e per chiunque, senza scrupoli. Nel frattempo due eventi interrompono la recherche: sul Palazzo di Città dei teppisti scrivono a caratteri cubitali frasi fasciste, mettendo in imbarazzo gli inquilini del Municipio. Poi, una anziana donna di origini ebraiche viene ritrovata carbonizzata nella sua abitazione, una catapecchia rimasta in piedi per miracolo e scampata alla febbre edilizia che ha visto la zona nord della città soffocata da chili e chili di cemento. A causare la morte della donna è stata una vecchia stufa. Nessun delitto, nessun misfatto. Portanova, poliziotto navigato e malinconico, sarà coinvolto in questo tris nero come la notte che renderà Ortigia teatro macabro di una vergogna tutta italiana.Alberto Minnella, nato ad Agrigento nel 1985, ha lavorato come cronista per il "Giornale di Sicilia" e il "Corriere di Sicilia". Ha studiato musica moderna a Parigi all'accademia di batteria Dante Agostini. Ha pubblicato nel 2013 il suo romanzo d'esordio edito da Fratelli Frilli Editori Il gioco delle sette pietre seguito da Una mala jurnata per Portanova e Portanova e il cadavere del prete (Fratelli Frilli Editori). Nel 2019 pubblica L'amore è tutto qui edito da Bertoni Editore.

Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.