Trovati 5469 documenti.

Amore, vino e segreti
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

MacLean, Julianne

Amore, vino e segreti

Newton Compton Editori, 27/09/2022

Abstract: I segreti di una famiglia sotto il sole della ToscanaSe c'è una cosa che Fiona sa fare bene è tenere un segreto. Anche se significa nascondere la verità all'uomo che l'ha cresciuta con amore. Lei infatti è l'unica a sapere che la sua nascita è frutto di un tradimento della madre, avvenuto trent'anni prima, ma non intende rivelarlo a nessuno. Quando un avvocato la chiama per comunicarle che ha ereditato dal padre biologico una vera e propria fortuna, Fiona è sopraffatta dalle sue stesse bugie. La scoperta di avere dei fratelli, poi, risveglia una vocina dentro di lei, impossibile da zittire: che cosa è successo davvero in quella lontana estate che sua madre ha trascorso in Toscana? E così, piena di dubbi e incertezze, parte per l'Italia, dove ad attenderla c'è una famiglia determinata a contestare i suoi diritti sul testamento. Cercando di districarsi tra rivalità familiari, bugie e antichi dissapori, Fiona arriverà a scoprire la verità sul padre che non ha mai conosciuto. Possibile che l'unico modo per ritrovare sé stessa sia fare finalmente i conti con il passato?Un'autrice bestseller che ha conquistato oltre un milione di lettori nel mondo"Non sarebbe un sogno ereditare una tenuta vinicola in Toscana? Questa storia vi farà desiderare di avere tra le mani un bicchiere di Chianti Classico e riflettere sui se e i ma della vita. Cin cin!"Kristin Harmel"Un libro che riesce a addentrarsi nei complessi meccanismi del cuore. Intenso, romantico, indimenticabile."Amanda ProwseJulianne MacLeanÈ un'autrice bestseller di "USA Today", con all'attivo più di trenta romanzi. I suoi libri hanno venduto oltre un milione di copie e sono stati tradotti in oltre 12 lingue. È stata più volte finalista al prestigioso Premio RITA e ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Booksellers' Best Award e il Reviewers' Choice Award. Vive sulla costa orientale del Canada.

Persino la luna. 11 ottobre 1962: come papa Giovanni XXIII aprì il concilio
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Melloni, Alberto

Persino la luna. 11 ottobre 1962: come papa Giovanni XXIII aprì il concilio

UTET, 27/09/2022

Abstract: Giovanni XXIII – il papa del concilio caramellato nella formula del "papa buono" – era stato eletto per essere un papa "di transizione" dopo il lungo pontificato di Pio XII. E invece decise di convocare la Chiesa a concilio, prima e unica assemblea globale di pari sul pianeta: un'assise che lasciò preparare alla curia romana, trattenendo per sé pochissime decisioni e pochissimi nodi, fino all'apertura l'11 ottobre 1962, quando già sapeva della sua malattia. E quando decise di "aprire" il concilio: non solo in senso formale ma sostanziale. Alberto Melloni, una delle voci più autorevoli della ricerca storica sul cristianesimo, racconta quel momento, quel giorno nel quale il papa fa due discorsi, tanto diversi quanto epocali: la mattina in San Pietro, all'episcopato di tutto il mondo e agli osservatori delle altre Chiese, definendo le ragioni del concilio che aveva voluto; e la sera, nonostante non fosse preventivato, a una piazza affollata per una fiaccolata di saluto che ha segnato la storia del papato. Si svelano così subito i due lati della struttura spirituale di Giovanni XXIII: la sua capacità di cogliere e riformare il patrimonio della grande tradizione, ma anche di essere maestro dei fedeli comuni. All'allocuzione di inizio del Vaticano II, pronunciata in latino, studiata al millimetro, scritta e riscritta, risponde il discorso informale della sera, improvvisato in italiano, nella sua cadenza bergamasca, in cui riprende e quasi traduce le dimensioni di paternità e fraternità che il concilio chiede alla Chiesa. Negli annali televisivi resta la frase celeberrima, in cui la carica più alta di una delle istituzioni più longeve mostra un cristianesimo dal volto umano: "Date una carezza ai vostri bambini e dite: "Questa è la carezza del papa"". Ancora non lo sapevamo, ma era l'inizio di una rivoluzione."Cari figliuoli, sento le vostre voci. La mia è una voce sola, ma riassume la voce del mondo intero; qui tutto il mondo è rappresentato. Si direbbe che persino la luna si è affrettata, stasera – osservatela in alto! – a guardare a questo spettacolo. Vi è che noi chiudiamo una grande giornata di pace; di pace: "Gloria a Dio, e pace agli uomini di buona volontà"." - Papa Giovanni XXIII

Art e dossier (2022). Ediz. illustrata
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

AA.VV.

Art e dossier (2022). Ediz. illustrata

Giunti, 25/09/2022

Abstract: NON DISPONIBILE PER KINDLE E-INK, PAPERWHITE, OASIS. Art e Dossier è l'appuntamento fisso con Pittura, Scultura, Design, Cinema, Fotografia, Mostre, Mercato... Le mostre e i musei più importanti, le tendenze e le innovazioni più originali, l'arte spiegata, commentata e raccontata dai migliori critici e storici. In più, ogni mese insieme alla rivista, il dossier da collezionare: la preziosa monografia dedicata a un artista o a un movimento artistico che, nel tempo, dà vita a una vera e propria biblioteca d'arte. Dossier del mese: Van der GoesRivista mensile

Autobiografie dell'inconscio. Psicoanalisi, scrittura e trasformazione
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Demetrio, Duccio - Terminio, Nicolò

Autobiografie dell'inconscio. Psicoanalisi, scrittura e trasformazione

Mimesis Edizioni, 23/09/2022

Abstract: Duccio Demetrio propone ormai da molti anni un percorso formativo rivolto a chiunque intenda conoscersi e scoprire nuovi lati di sé attraverso l'autobiografia. Raccontarsi è una costante dell'esistenza, un impulso che scaturisce dalla nostra necessità di interpretare simbolicamente non soltanto ciò che ci circonda, ma anche quello che nasce dentro di noi. È proprio questa interiorità che il presente volume vuole prendere in considerazione.In psicoanalisi il nome di questa interiorità è l'inconscio, che, come mostra anche Demetrio, corrisponde a un mistero che ci abita e da cui siamo scritti. È nella disponibilità a lasciarsi scrivere dall'inconscio che psicoanalisi e autobiografia ritrovano il loro destino comune: condurre il viaggio della vita in mare aperto.Demetrio, filosofo dell'educazione e fondatore della LUA (Libera Università dell'Autobiografia di Anghiari), entra in rapporto con l'orizzonte della psicoanalisi di Jonas (Centro di clinica psicoanalitica per i nuovi sintomi) e nel confronto con Nicolò Terminio, psicoanalista che si è spesso occupato di metodo e creatività, ci mostra come l'autobiografismo possa diventare una pratica di soggettivazione per scoprire la singolarità del desiderio inconscio e liberarci dalla sensazione di smarrimento tipica del nostro tempo.

I gerarchi fascisti. Da Italo Balbo a Roberto Farinacci, da Luigi Federzoni a Emilio De Bono: la storia dei più fidati uomini di Mussolini
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cecini, Giovanni

I gerarchi fascisti. Da Italo Balbo a Roberto Farinacci, da Luigi Federzoni a Emilio De Bono: la storia dei più fidati uomini di Mussolini

Newton Compton Editori, 23/09/2022

Abstract: Da Italo Balbo a Roberto Farinacci, da Luigi Federzoni a Emilio De Bono: la storia dei più fidati uomini di MussoliniLe dittature sono spesso viste come concretizzazione politica dell'espressione "un uomo solo al comando", e per certi aspetti è proprio così. Tuttavia nessun dittatore, nella storia, avrebbe potuto raggiungere il potere assoluto se non si fosse circondato di uomini pronti a tutto e a lui fedeli. Benito Mussolini, naturalmente, non fa eccezione.Il potere del capo del fascismo si resse, oltre che sul carisma e sulla brutalità della repressione, sui suoi gerarchi: uomini che ne condividevano la visione spietata, che lavorarono per costruire quell'apparato politico e militare capace di piegare l'Italia per un ventennio. Questo libro presenta una galleria di ritratti fondamentali per comprendere davvero la nascita e lo sviluppo del fascismo.Da Italo Balbo a Emilio De Bono, passando per Giovanni Gentile, Achille Starace, Dino Grandi e Galeazzo Ciano: trenta figure cardine del movimento mussoliniano, raccontate e analizzate con rigore storico e dovizia di particolari.I quadrunviri: Michele Bianchi • Italo Balbo • Emilio De Bono • Cesare Maria De VecchiI puristi: Luigi Federzoni • Augusto Turati • Giovanni Giuriati • Leandro ArpinatiI calcolatori: Costanzo Ciano • Guido Buffarini Guidi • Renato Ricci • Dino AlfieriI diplomatici: Dino Grandi • Galeazzo Ciano • Giuseppe BastianiniGli ideologi: Giacomo Acerbo • Giuseppe Bottai • Giovanni Gentile • Tullio CianettiGli estremisti: Roberto Farinacci • Achille Starace • Giovanni Preziosi • Alessandro PavoliniGli imperialisti: Attilio Teruzzi • Alessandro Lessona • Enzo Emilio GalbiatiI militanti: Ettore Muti • Adelchi Serena • Aldo Vidussoni • Carlo ScorzaGiovanni CeciniNato a Roma nel 1979, è laureato in Scienze Politiche e in Lettere e Filosofia. Ha collaborato con gli uffici storici dello Stato maggiore dell'Esercito, di quello della Difesa, dell'Arma dei Carabinieri, con il Museo storico della Guardia di Finanza, con l'Enciclopedia Treccani e con RAI Storia. Svolge attività di divulgazione sul suo omonimo canale Youtube ed è docente presso l'Università "Niccolò Cusano". È autore di numerosi volumi, tra cui I generali di Mussolini (2016), L'incredibile storia della seconda guerra mondiale (2019) e I gerarchi fascisti (2022). Nel 2021 è stato finalista della sezione scientifica del Premio "Acqui Storia".

La ragazza dietro al filo spinato
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Matthews, Imogen

La ragazza dietro al filo spinato

Newton Compton Editori, 23/09/2022

Abstract: Ispirato a una storia vera di amore e coraggioIl campo li ha divisi, ma Frans è disposto a fare qualunque cosa per riaverla con sé1944, Olanda. Nella cittadina di Amersfoort, Saskia e il suo fidanzato, Frans, assistono inermi alle deportazioni naziste. Con gli occhi colmi d'orrore osservano uomini e donne strappati alle loro case, condotti verso un destino spaventoso. La guerra, che fino a pochi giorni prima non li aveva toccati direttamente, è più vicina che mai. Dovranno così fare i conti con una nuova quotidianità, in cui il cibo scarseggia e i blitz nel negozio del padre di Saskia, sospettato di avere origini ebraiche, sono continui. Frans è addirittura costretto ad avventurarsi nel campo di concentramento allestito nelle vicinanze, alla ricerca di scarti alimentari per la fattoria di famiglia. È proprio durante una di quelle spedizioni che un prigioniero lo implora di consegnare una lettera ai suoi cari. Frans sa che accettare significa rischiare la vita, ma non può dire di no. E così fa uscire di nascosto la lettera e, con l'aiuto di Saskia, la recapita ai destinatari ottenendone una risposta da consegnare al prigioniero. Ben presto i messaggi si moltiplicano e a ogni lettera Saskia e Frans rischiano sempre di più, ma non possono rinunciare al tentativo di tenere viva la speranza di chi si trova nell'inferno del lager. Quando anche Saskia viene trascinata nel campo con una stella gialla cucita sui vestiti, Frans sente il mondo crollargli addosso, ma sa che il loro amore è più forte di tutto...Ispirato a una storia veraL'amore che li ha tenuti insieme riuscirà a proteggerli nell'ora più buia?"Una scrittura superba, che rende onore alle sofferenze di tanti uomini e donne vittime dell'Olocausto.""La storia d'amore di Saskia e Frans è potente, coraggiosa, immortale.""La differenza tra vivere e sopravvivere sta nella capacità di coltivare la speranza. Un grande romanzo.""Ci sono periodi della nostra storia che non vanno dimenticati per gli orrori di cui l'uomo è stato capace."Imogen MatthewsÈ un'autrice e giornalista inglese. Da sempre legata all'Olanda, Paese in cui è nata e di cui era originaria sua madre, scrive libri ambientati nei Paesi Bassi durante la seconda guerra mondiale, epoca di cui è appassionata studiosa.

Crudele da morire
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Geissinger, J. T.

Crudele da morire

Newton Compton Editori, 23/09/2022

Abstract: Credeva di sapere tutto sull'amore. Poi è arrivato Liam Black.Truvy è una ragazza che lavora sodo. Dividersi tra gli studi in legge e il lavoro in una tavola calda non è semplice, ma ha imparato a sue spese che nella vita è meglio poter contare solo sulle proprie forze per ottenere qualcosa. E così si fa in quattro per pagare le bollette e mantenere voti decenti mentre osserva, da dietro il bancone, il viavai di clienti. Sono tanti e sempre diversi, e difficilmente Truvy ricorda qualcuno dei loro volti. Tranne uno. Un uomo misterioso, in abiti costosi, da qualche tempo frequenta assiduamente il locale. E non fa che fissarla. Truvy capisce al volo che quello è il genere di uomo che porta solo guai, ma non può fare a meno di esserne affascinata. Qualcosa, in lui, la attrae come una fiamma attira la falena… Una sera, sul finire del turno di lavoro, Truvy viene aggredita. Terrorizzata, tenta di reagire e affronta i delinquenti, finché in suo soccorso appare dal nulla il cliente misterioso. Bastano pochi istanti tra le sue braccia per sentirsi al sicuro. Come è possibile che un perfetto sconosciuto riesca a risvegliare in lei emozioni tanto forti? Una cosa è certa: Liam Black – questo il nome del suo salvatore – non è un uomo come tutti gli altri.Un'autrice da 8 milioni di copie venduteTradotta in oltre 20 lingueImpossibile resistere al fascino oscuro di Liam Black"Una storia d'amore travolgente, unica e deliziosamente spicy! Indimenticabile.""Di protagonisti come Liam Black ce ne sono pochi. Ti conquista pagina dopo pagina, fino a farti innamorare perdutamente.""Un libro da leggere con il ventilatore acceso… qualunque sia la stagione in cui lo leggete! Provare per credere."J.T. GeissingerÈ un'autrice bestseller di romanzi di successo, tradotti in oltre 20 lingue. È stata tre volte finalista del prestigioso premio RITA, il più importante riconoscimento per la letteratura di genere romance, e ha ricevuto un Prism Award e un Golden Quill Award. Vive in Nevada.

In bicicletta sono libero. In viaggio con il Parkinson
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Masotti, Simone - Mauro, Max

In bicicletta sono libero. In viaggio con il Parkinson

Ediciclo, 22/09/2022

Abstract: "Con i miei racconti voglio incoraggiare le persone che soffrono di una malattia come la mia, ma anche quelli che non hanno nessun problema di salute, eppure si sentono infelici o inadatti. Credete nelle vostre passioni, in quello che vi fa stare bene. I sogni, in fondo, non sono altro che pensieri che ci fanno stare bene."Simone ama andare in bicicletta, da sempre. Gli dà leggerezza, gli regala sfide, occasioni di vedere il paesaggio dal sellino. Ma a trent'anni si ammala di Parkinson e "Mr. Pk" diventa il suo compagno di viaggio, il coprotagonista della sua vita e di questa storia.Mr. Pk è naturalmente pigro, lo vorrebbe sempre sul divano a oziare. Mr. Pk vorrebbe imporgli dei limiti, è nella sua natura, ma per ora in questa lotta lui riesce a mantenere molti gradi di libertà: camminare, andare in bicicletta, nuotare, guidare l'automobile. Mr. Pk vorrebbe fargli perdere l'equilibrio, ma come dice Albert Einstein: "La vita è come andare in bicicletta. Per mantenere l'equilibrio devi muoverti". E muoversi è forse la terapia più importante per il suo problema. Simone infatti non può permettersi il lusso di fermarsi, mai. Neppure quando la strada è in salita.

Dialoghi sull'anarchia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Graeber, David - Belhaj Kacem, Mehdi - Dubrovsky, Nika - Turquier-Zauberman, Assia - Boni, Stefano - Prunetti, Alberto

Dialoghi sull'anarchia

Eleuthera, 23/09/2022

Abstract: In queste conversazioni, avvenute poco prima della sua prematura scomparsa, Graeber ci lascia un ultimo geniale mosaico del mondo contemporaneo, in cui miscela sapientemente riflessioni politiche, sapere antropologico ed esperienze militanti. In un fitto dialogo attento a ridisegnare una genealogia anarchica che non si esaurisce nella "cultura atlantica", i tre interlocutori interrogano Graeber non tanto sulla storia o i fondamenti del pensiero libertario quanto sull'importanza di uno sguardo anarchico per interpretare il mondo. Ne esce, come sottolinea Stefano Boni, una visione originale – elaborata sul campo da un pensiero-azione in continua trasformazione – che impedisce il formarsi di una teoria "forte" dell'anarchia intesa come destino o identità. Ed è precisamente la forma dialogica, rivendicata da tutti gli interlocutori, la modalità che consente di costruire questa visione non autoriale ma collettiva, l'unica in grado di far emergere pensieri che nessun individuo da solo potrebbe mai avere. E in definitiva, ci dice Graeber, l'anarchia è proprio questo.

Cambiamente. Una nuova mentalità per guardare al futuro
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Siri, Giovanni

Cambiamente. Una nuova mentalità per guardare al futuro

Hoepli, 21/09/2022

Abstract: Incertezza e complessità sono ormai pane quotidiano delle nostre vite, dei nostri stati d'animo e del nostro lavoro. Da qui la crescente richiesta da un lato di grandi sintesi storiche e dall'altro di ricette operative. Anche questo saggio si occupa del tema, ma lo fa evitando sia la strada della diagnosi intellettuale sia quella dell'offerta di prescrizioni. Muove, piuttosto, dall'analisi della nostra "mentalità moderna" offrendo un'esperienza di lettura rivelatrice dei propri schemi mentali quotidiani. Il lettore scopre quanto la percezione di una "età dell'incertezza" dipenda da un "disturbo visivo": guardiamo la realtà attraverso le lenti di una modernità che è già andata oltre. Il libro si rivolge a tutti coloro che sentono il bisogno di comprendere il senso del presente per fare scelte responsabili, innanzitutto a chi ha professionalmente responsabilità decisionali come manager, formatori ed educatori, nella convinzione che aziende ed agenzie educative siano oggi le rampe di lancio del cambiamento reale.

La borsa del medico. Storia degli strumenti che hanno cambiato per sempre la medicina
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Adami, Francesco

La borsa del medico. Storia degli strumenti che hanno cambiato per sempre la medicina

Hoepli, 21/09/2022

Abstract: L'affascinante storia di dieci strumenti che hanno cambiato la medicina e il nostro modo di vivere, per sempre. Come riusciva il celebre detective Sherlock Holmes a riconoscere un medico fra la folla? Cosa lega un eclettico professore francese armato di uno strano fucile senza proiettili, dei cavalli in corsa e la misurazione della pressione sanguigna? Che relazione c'è fra un album dei Pink Floyd e la messa a punto del pulsossimetro? E fra il rock dei Beatles e l'invenzione della TAC? Come funzionano gli smartwatch che eseguono un elettrocardiogramma direttamente dal polso di chi li indossa? Pagina dopo pagina attraverso aneddoti storici, curiosità scientifiche, scoperte eccezionali ed esperimenti bizzarri si racconta come dietro l'invenzione di ogni strumento medico odierno ci sia un viaggio straordinario dove arte, scienza e cultura si sono amalgamati nelle vite di donne e uomini creativi e tenaci che, rivoluzionando il proprio tempo, hanno gettato le basi della moderna medicina.

Vivere pienamente. Incontrare la vita, la malattia e la morte con la mindfulness
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Li Vecchi, Anna

Vivere pienamente. Incontrare la vita, la malattia e la morte con la mindfulness

Hoepli, 21/09/2022

Abstract: Un libro che esplora un tema tanto essenziale quanto difficile come quello della malattia e della morte. Attraverso la lente della consapevolezza impariamo a riconoscere le paure e le resistenze più frequenti, e scopriamo come la preziosità e la fragilità della vita siano di fatto due facce della stessa medaglia. Una mappa per orientare chiunque si senta impreparato su un tema così importante e desideri intraprendere un percorso di crescita e consapevolezza, per chi vive un momento difficile, per i caregiver che accompagnano persone fragili. Una risorsa per imparare a trasformare la sofferenza dandole un nuovo significato. Ogni capitolo include delle riflessioni guidate, pratiche mindfulness (fruibili anche con QR code), racconti di vita vissuta per sperimentare ogni giorno l'invito a prendere posto nella propria vita e vivere pienamente.

Canzone nera. Testo originale a fronte
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Szymborska, Wislawa

Canzone nera. Testo originale a fronte

Adelphi, 23/09/2022

Abstract: In una Varsavia che crolla a pezzi, i ragazzi di strada stringono fra le mani le bottiglie di benzina che sono impazienti di scagliare contro i carri armati tedeschi, mentre intorno a loro infuria quell'insurrezione che Białoszewski ha saputo miracolosamente farci vivere dall'interno. Gli spettri della guerra irrompono in "Canzone nera", lasciando la giovane Szymborska con un nodo stretto in gola, "intriso d'ira", per la scomparsa dell'amato, ricca di una conoscenza del mondo che è il solo, amaro bottino, e alla ricerca di nuove parole: "A che serve la conoscenza della morte. / A causa sua si raffredda il tè sul tavolo. / Niente atmosfera. Di parole di sapone". I moltissimi, appassionati lettori abituati al suo bisogno di essere sempre universale rimarranno certo stupiti di fronte a testi che lasciano intravedere in filigrana le lacerazioni della Storia. Non a caso, dopo averli composti fra il 1944 e il 1948, Wisława Szymborska non ha voluto raccoglierli in volume, forse anche perché l'Unione degli scrittori polacchi si era nel frattempo pronunciata a favore del realismo socialista come unico stile ufficiale. Superato lo stupore, quei lettori non potranno tuttavia che riconoscere la sua impavida sicurezza di tocco, e rimanerne conquistati: "– è dallo stupore / che sorge il bisogno di parole / e perciò ogni poesia / si chiama Stupore –".

Mezzanotte tutto il giorno
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Kureishi, Hanif - Cotroneo, Ivan

Mezzanotte tutto il giorno

Bompiani, 21/09/2022

Abstract: I personaggi che animano queste pagine sono malinconici e sensibili, frustrati e indifesi, capaci di profonde crudeltà e di interrogativi disarmanti: uomini e donne che hanno conosciuto l'amore, l'hanno perduto, desiderano e temono di incontrarlo di nuovo sulla loro strada. Padri di famiglia divorziati, madri separate che lottano tra quotidianità e ansie, giovani uomini segnati dalla vita e ragazze troppo cresciute che combattono per i sogni di sempre. La forza di questi dieci racconti di Hanif Kureishi è nella sofferta capacità dei personaggi di rimanere nel mondo portando sulla pelle le ferite del passato, ogni insulto e ogni lacerazione, senza perdere la fede nella vita e nell'amore.

Il giardiniere spagnolo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cronin, A. Joseph - Gobetti, Paolo

Il giardiniere spagnolo

Bompiani, 21/09/2022

Abstract: Harrington Brande, console americano con ambizioni letterarie, si trasferisce con il figlio Nicholas in una piccola città spagnola della Costa Brava, San Jorge. Uomo arrogante ed elitario, tormentato e insicuro, dopo la separazione dalla moglie avvenuta qualche anno prima ha riversato sul bambino tutto il suo amore ossessivo e geloso. Ma le cose sono destinate a cambiare: l'amicizia che il fragile e malaticcio Nicholas stringerà con José, un favoloso giardiniere che lavora al servizio del padre, dischiuderà al ragazzo intimorito e minacciato da ogni inibizione il mondo della spontaneità e della salute fisica e morale. Sullo sfondo degli smaglianti cieli di Spagna e di una brughiera aspra e rigogliosa, Cronin ci racconta fin dove può condurre la possessività di un padre per il figlio e la meschinità insita nel cuore umano.

Uno in diviso
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pierantozzi, Alcide

Uno in diviso

Bompiani, 21/09/2022

Abstract: Taiwo e Kehinde sono due fratelli, ma abitano assieme uno stesso corpo: sono gemelli siamesi. Nonostante siano molto diversi – come lo yin e lo yang, rappresentano due poli filosofici – la carne di cui sono fatti li lega, nel pensiero come nell'azione. Efferatezze e riflessioni lucidissime sulla società italiana, la Chiesa, l'omicidio, l'aborto, il terrore dello sfruttamento fisico e intellettuale si alternano e si avvitano in una spirale cruenta che porterà i protagonisti a perdere ogni moralità. Vera e propria stagione all'inferno, Uno in diviso è una storia cupa, permeata da una simbologia ossessiva che si ripete e che ci indica le zone più recondite di noi stessi, dove tutto è duplice ma unito.

Diario dalla galera
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Kertész, Imre - Sándor, Krisztina - Melazzini, Alessandro

Diario dalla galera

Bompiani, 21/09/2022

Abstract: Dal 1964 Imre Kertész ha tenuto questo Diario, pubblicato per la prima volta in Italia nel 2009. È il suo libro più intimo e rivelatore. Lo scrittore premio Nobel vi si abbandona completamente: lascia traccia delle sue indecisioni, delle sue sconfitte, dei suoi dubbi; ma riaffiorano, rapidi e fulminei, anche i ricordi più crudi della sua detenzione nel campo di concentramento di Auschwitz; c'è l'invasione russa di un'Ungheria appena uscita dal conflitto mondiale e già vessata da un nuovo totalitarismo; quindi il crollo del comunismo; le residue speranze di uno scrittore e di un popolo in una Europa nuova. Infine le pagine straordinarie dedicate alla madre che lo sta per lasciare. Ovunque, a ogni passo, è un palpitare di riflessioni, esperienze vissute, improvvise accensioni, amori letterari, cadute, passioni. Il Diario non è solo il racconto di un secolo sconvolto dalla furia umana, ma anche la chiave d'ingresso al mondo interiore di un grande scrittore.

Nove vite e dieci blues. Un'autobiografia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pagani, Mauro

Nove vite e dieci blues. Un'autobiografia

Bompiani, 21/09/2022

Abstract: Cercare accordi, andare a tempo con gli altri, improvvisare, questo è abituato a fare un buon bluesman. Così Mauro Pagani ha sempre cercato nella sua vita – nelle sue vite – di andare a tempo con il mondo, di volta in volta ricominciando, rivisitando, reinventando. Lo stesso ha fatto con il suo passato, quando una sera di gennaio del duemilaventi una sconosciuta fatica a ricordare l'ha sorpreso, e l'ha costretto a ingaggiare con la memoria un confronto lungo e faticoso, ma anche inaspettato, persino divertente. Questo libro è il racconto di quei giorni strani, e di un emozionato vagare tra i ricordi: l'infanzia e l'adolescenza a Chiari, in compagnia degli amici Tom Sawyer e Huckleberry Finn; l'amore per il violino e la musica classica, e poi la folgorazione per il rock e il blues; gli anni fondamentali con la Premiata Forneria Marconi, dal 1970 al 1977, dai dancing di provincia alle vette delle classifiche internazionali, in giro per il mondo a suonare e a incontrare l'olimpo del rock; poi il congedo dalla rockstar e una nuova vita a voce bassa e passo lieve, dentro la musica del mondo–il Canzoniere del Lazio, gli Area, Demetrio Stratos, Carnascialia – e dentro l'universo speciale di Fabrizio De André, principe libero, a scrivere capolavori come Creuza de mä e Le nuvole; e ancora, la nascita delle Officine Meccaniche, fabbrica di canzoni, di colonne sonore e di sogni, le direzioni artistiche, i festival. Infine una nuova vita mancina: a improvvisare, come un buon bluesman.

Stai per commettere un terribile errore! Come evitare le trappole del pensiero
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Sibony, Olivier

Stai per commettere un terribile errore! Come evitare le trappole del pensiero

Raffaello Cortina Editore, 20/09/2022

Abstract: Quando esprimiamo un giudizio o facciamo una scelta, si tratti di un acquisto, di un investimento o di come riuscire a risparmiare, non siamo sempre "razionali". Le trappole in cui cadiamo, come hanno dimostrato decenni di ricerche condotte dagli psicologi cognitivi, sono i bias, i pregiudizi, che qui vengono smascherati e descritti l'uno dopo l'altro, dall'eccesso di fiducia (in cui si attribuisce un peso eccessivo a una propria convinzione), al bias di conferma (in cui si propende per la decisione che avvalora quanto pensavamo senza considerare le possibili alternative), alla trappola dello status quo (in cui si predilige una decisione che non smuova le acque).L'analisi di Sibony risulterà preziosa per tutti noi che dobbiamo effettuare scelte, ma lo sarà ancora di più per amministratori delegati e alti dirigenti che ne saranno sorpresi, spiazzati e anche divertiti, e magari ci si riconosceranno un po'.Brillante, pieno di storie vivide e di grandi lezioni, questo libro è una piacevolissima guida a un processo decisionale assennato, nel business e nella vita quotidiana.

I dimenticati. Dove l'emergenza è la vita
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Del Re, Pietro

I dimenticati. Dove l'emergenza è la vita

Raffaello Cortina Editore, 20/09/2022

Abstract: Mohammed Bakr prima della guerra civile siriana faceva il giudice a Homs, adesso vende scarpe vecchie nella provincia di Idlib, l'ultima rimasta nelle mani della rivolta contro il presidente Bashar al-Assad; Rohallah è un talebano di etnia pashtun che con il suo kalashnikov va nella Valle del Panshir a tagliare la gola ai tagichi; Nelson è un bambino di tredici mesi arrivato gravemente denutrito nell'ospedale di Oyam, in Uganda centrale. Questi sono alcuni dei personaggi che Pietro Del Re ha incontrato nei suoi viaggi da inviato tra 2020 e 2022 in Iraq, Siria, Libano, Sudan, Turchia, Egitto, Serbia, Afghanistan, Nagorno Karabakh, Mali, Ucraina, Uganda e Cuba. Sono loro i dimenticati, gli ultimi di cui nessuno, o quasi, si cura.Mentre in Italia e nel resto dell'Occidente l'attenzione si concentrava quasi esclusivamente sulle vittime del Covid-19, altrove si moriva di stenti, torturati nelle carceri di regimi repressivi o sotto i razzi lanciati da un caccia nemico. Ma la rimozione delle tragedie che si svolgono alle periferie del mondo ricco non è soltanto eticamente sbagliata: ignorare questi drammi rischia di diventare un errore politico, perché le loro conseguenze si ripercuotono spesso a livello globale.