Community » Forum » Recensioni

La traduttrice
4 1 0
Alameddine, Rabih

La traduttrice

Milano : Bompiani, 2013

Abstract: Dopo Il cantore di storie con questo nuovo romanzo Rabih Alameddine ci trasporta in Libano, a Beirut, e, all'inizio, in un vecchio appartamento della città. È qui che incontriamo Aaliya, una donna di settantadue anni, i capelli tinti di blu, una traduzione da iniziare, forse, e una storia da raccontare. Aaliya ci parla della sua vita: anni e anni dedicati a leggere i capolavori della letteratura mondiale per poi tradurli, in silenzio, per puro amore, senza che alcuna traduzione veda mai la luce della pubblicazione; mentre per le vie della città cadevano bombe e si udivano gli echi di una guerra capace di trasformare giovani pacifici in spie e assassini. Una guerra che ha costretto una donna sola come lei, di professione libraia, appassionata di libri, a dormire con un fucile accanto al letto per difendersi da attacchi improvvisi. Una guerra che ha costretto Aaliya a rimandare l'appuntamento con l'amore. Siamo ciò che leggiamo, disse un saggio, e Aaliya è questo: una creatura meravigliosa, fatta di carta, eppure viva, piena di umorismo, che si nasconde da tutto e tutti dentro una vecchia giacca di lana e dietro la letteratura, cercando nei libri l'amore che la sua famiglia non è stata in grado di darle.

66 Visite, 1 Messaggi

Bello e controverso. Bello perché si parla di libri e traduzione di libri, soprattutto classici. Bello perché letto su consiglio trovato su twitter, poi dicono che i social non servono... Invece io adoro scambiare pareri sui social. Controverso perché alla fine non so se mi sia piaciuto o meno. All'inizio sembrava pesantino, poi il fatto che vengono citati molti libri è stato un richiamo irresistibile e via via sono arrivata alla fine senza problemi, se non un pochino di ansia per fatti accaduti proprio ai libri. Personaggio particolare questa traduttrice di Beirut, con un passato abbastanza triste, attorno a cui ruotano personaggi "strani", tristi, quasi fuori dalla norma. Fogli su fogli scritti dall'inglese e dal francese, cinquant'anni di duro lavoro... per chi?... Basta leggerlo per saperlo! E, nonostante la vicenda si snoda a Beirut, un piccolo accenno a Berlusconi, non in veste politica, ancora attualissima, ma come acquirente della casa editrice Einaudi e in una circostanza tragicomica...

  • «
  • 1
  • »

799 Messaggi in 765 Discussioni di 184 utenti

Attualmente online: Ci sono 55 utenti online