Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2013
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Target di lettura Adulti, generale

Trovati 5387 documenti.

Mostra parametri
La Repubblica siamo noi. A scuola di Costituzione con i ragazzi di Libertà e Giustizia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Colombo, Gherardo - De Monticelli, Roberta

La Repubblica siamo noi. A scuola di Costituzione con i ragazzi di Libertà e Giustizia

Salani Editore, 19/09/2013

Abstract: "La Costituzione è incompiuta" diceva Piero Calamandrei nel 1950. "La Costituzione è sconosciuta" dice uno studente nel 2013. L'associazione Libertà e Giustizia, con la collaborazione di Gherardo Colombo, che ha fatto dell'educazione alla libertà lo scopo della sua vita, e di Roberta de Monticelli, docente di Filosofia del linguaggio, realizzano uno straordinario progetto: costruire con gli studenti di diverse scuole superiori l'opportunità di studiare da "futuri sovrani", mettendo la Costituzione con i suoi valori, le regole e la storia in relazione alla loro esperienza, alle loro speranze, alle loro emozioni e alle loro domande, come scrive nella prefazione Roberta de Monticelli. Li hanno aiutati costituzionalisti, magistrati, docenti e giornalisti, primi fra tutti Gherardo Colombo. Sono loro che hanno accompagnato gli studenti nel farsi cittadini partecipi, anziché massa informe, zittita, spostabile; con l'obiettivo di rendere la costituzione un'emozione civile. Profonda, fino alla resistenza da cui è sgorgata; piena, come la dignità che ci ha donato. Dalle loro esperienze e dai loro pensieri derivano le loro storie lucide e illuminanti, una grande iniezione di speranza: che la generazione pronta a entrare oggi nella giovinezza faccia meglio di quelle che l'hanno preceduta.

L'isola di cemento
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Ballard, James G. - Bocchiola, Massimo

L'isola di cemento

Feltrinelli Editore, 01/06/2013

Abstract: Quasi un adattamento postmoderno di Robinson Crusoe, con echi anche della Tempesta shakespeariana, L'isola di cemento narra del naufragio del protagonista Robert Maitland su un'isola di fabbricazione umana. Maitland è un uomo ricco, vive una vita borghese con tanto di moglie, figlio e amante. Ma un giorno, d'improvviso, dopo un tremendo incidente mentre è alla guida della sua splendida Jaguar, si ritrova imprigionato sullo spartitraffico dell'autostrada. Incapace di sfuggirne, deve trovare il modo di sopravvivere lì, ai confini dell'universo umano in un ambiente alieno e al di là della civiltà, e tutto quel che ha per farlo è quanto gli è rimasto dell'auto distrutta. Ma, via via che la situazione precipita, Maitland si adegua alla sua nuova condizione, scopre in sé una diversa consapevolezza e si convince che la sua nuova esistenza potrebbe non essere peggiore della precedente. Va avanti perciò nella scoperta dell'isola, con i suoi segreti e relitti del passato, con i suoi abitanti. Nell'Isola di cemento si ritrova il tema ricorrente nella poetica ballardiana dell'alienazione prodotta dalla tecnologia e dalla contemporaneità, che può spingere a preferire la sopravvivenza in condizioni estreme pur di ritrovare una libertà perduta nella società disumanizzata.‟Schermandosi dal sole, Maitland vide che si era arrestato in una piccola isola spartitraffico triangolare, lunga meno di duecento metri, che si stendeva in una zona incolta fra tre autostrade convergenti."

Il bambino colabrodo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Bonazzi, Arianna Giorgia - Ciculi, Alfonsina

Il bambino colabrodo

Rizzoli, 05/07/2013

Abstract: Il Bambino Colabrodo è uno strano bambino, pieno di buchi. Tutte le cose gli passano attraverso, sia quelle belle sia quelle brutte. Non si emoziona di niente. Ma un giorno a scuola la maestra racconta una storia e per la prima volta il Bambino Colabrodo sente una scintilla nel cuore Ebook ottimizzato per Tablet, Mac e PC

Garibaldi l'italiano
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Manaresi, Laura - Manna, Giovanni

Garibaldi l'italiano

Rizzoli, 24/07/2013

Abstract: La figura di Garibaldi, eroe del risorgimento, spirito libero, che col suo entusiasmo e la sua immaginazione riuscì a far diventare realtà il sogno di un'italia unita.Ebook ottimizzato per Tablet, Mac e PC

All together, Bobo!
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Staino, Sergio

All together, Bobo!

BUR, 25/07/2013

Abstract: "L'America è il paese dove tutto è possibile." "Anche l'Italia purtroppo". Ecco sintetizzato in una sola, fulminante battuta l'anno e mezzo di politica italiana che ci ha regalato momenti indimenticabili. Dalle elezioni del 2008 allo sbando del Pd, dalla crisi economica alla crisi di un matrimonio, dai superpoteri del "più grande statista degli ultimi centocinquant'anni" alle allegre serate di villa Certosa, Bobo e gli altri personaggi nati dalla matita magica di Sergio Staino ci conducono in un viaggio rocambolesco tra le miserie e gli incubi del nostro Paese. Ma anche se nel corso dei mesi la fisionomia della vita politica, morale e sociale si fa sempre più grottesca, Bobo non ne vuole sapere di rinunciare al sorriso. Allibite, stralunate, ironiche, divertenti, intelligenti come il loro protagonista, queste vignette sono al tempo stesso la spietata cronistoria dell'Italia del centrodestra e una fiaba contemporanea di quello che non vorremmo vedere, non vorremmo essere e di cui continuiamo a sognare un lieto fine.Ebook ottimizzato per Tablet, Mac e PC

Alla deriva
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

O'Malley, Brian L.

Alla deriva

Rizzoli Lizard, 10/07/2013

Abstract: Raleigh ha diciott'anni, sogna mille milioni di gatti e non ha più lo straccio di un'anima. Gliel'ha rubata un gatto, per l'appunto, o almeno questo è ciò che racconterebbe allagente se solo parlasse con qualcuno, ma il semplice pensiero di interagire con gli altri è per lei terrificante quasi quanto l'idea di scavalcare una staccionata. Eppure si è appena lasciata coinvolgere in un assurdo viaggio in auto con tre coetanei di cui conosce a malapena il nome. Raleigh vorrebbe solo essere lasciata in pace, mentre osserva scomparire all'orizzonte anche l'ultimo appiglio che la teneva a galla. Ma forse lo scoglio che la salverà da questo naufragio esistenziale è sempre stato dentro di lei.Dall'autore di "Scott Pilgrim", la storia profonda e dolcissima di un viaggio verso l'età adulta, e di un'amicizia che nasce in sordina, improvvisa e inaspettata come un raggio di sole oltre le nubi, dopo una tempesta ormai lontana."Direi che io di risposte non ne ho. Sempre e solo le stesse, inutili domande, ancora e ancora, giorno dopo giorno: perché sono così incasinata perché sono così incasinata perché sono così incasinata?"

Corto Maltese - Burlesca e no tra Zudycoote e Bray-Dunes
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Pratt, Hugo

Corto Maltese - Burlesca e no tra Zudycoote e Bray-Dunes

Rizzoli Lizard, 21/10/2013

Abstract: Nello spettacolo di Rico-Rico, Mago Merlino – pazzo d'amore per la bella Morgana – discorre con una rana e pronuncia ripetutamente strane parole, fatto che desta i sospetti del tenente d'aviazione De Trecesson, seduto tra il pubblico in compagnia di Corto Maltese e Cain Groovesnore. In tempo di guerra è meglio andare a fondo in ogni mistero, ma il proiettile di una pistola non darà all'ufficiale il tempo di sbrogliare la matassa, anche se a premere il grilletto non sarà un soldato nemico, bensì un rivale in amore, invaghito della bella Melodie dagli occhi verdi come lo smeraldo e capaci non solo di stregare il cuore di un giovane..."Forse non vi hanno detto, signorina, che io sono il figlio di una celebre maga di Gibilterra e che, sin da piccolo, imparai da lei a diffidare delle ragazze con gli occhi verdi."Ebook ottimizzato per Tablet, Mac e PC

Corto Maltese - Concerto in O' minore per arpa e nitroglicerina
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Pratt, Hugo

Corto Maltese - Concerto in O' minore per arpa e nitroglicerina

Rizzoli Lizard, 21/10/2013

Abstract: Dublino, ottobre 1917. I membri dell'armata rivoluzionaria irlandese, riuniti sotto la bandiera del partito politico nazionalista Sinn Féin, hanno due bocconi amari da mandar giù: la morte di Pat Funnican, simbolo della rivoluzione, e il tradimento di O'Sullivan, che da compagno si è trasformato in mercenario al soldo degli inglesi.Corto Maltese, che rifornisce di armi i ribelli in lotta per l'indipendenza del Paese, scoprirà presto però che in guerra non è sempre facile distinguere gli eroi dai traditori"- Avete avuto fortuna... potevate rimetterci la pelle, stanotte.- Impossibile.... non ho ancora deciso la data della mia morte."Ebook ottimizzato per Tablet, Mac e PC

Corto Maltese - La laguna dei bei sogni
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Pratt, Hugo

Corto Maltese - La laguna dei bei sogni

Rizzoli Lizard, 21/10/2013

Abstract: Da tre giorni, sul delta del fiume Orinoco, un tamburo risuona e diffonde la notizia di un bianco malato nella Laguna dei bei sogni. Con la fronte imperlata di sudore, la barba incolta, due solchi neri e profondi che incorniciano gli occhi dallo sguardo febbrile, il tenente Stuart degli Artists Rifles è deciso a restare su quelle rive malsane e popolate da insetti letali. Lì, "dove quando si comincia a sognare non ci si sveglia più", avvolti da un mortale torpore che annebbia la vista e confonde i ricordi. Eppure, ci sarebbero molti altri modi per uscire da una vecchia vita…"Oh, dear, dear… È la seconda volta che questa tarantola viene a fissarmi negli occhi, imbarazzante, veramente imbarazzante…"Ebook ottimizzato per Tablet, Mac e PC

I Croods. La storia illustrata
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Dreamworks

I Croods. La storia illustrata

Fabbri Editori, 26/03/2013

Abstract: I Croods sono una famiglia di cavernicoli in un mondo popolato da pericolosi e bizzarri animali. Un giorno la terra trema e la loro caverna crolla: la Fine è vicina! Hip, la figlia adolescente, non ha alcun dubbio: devono seguire Guy, il ragazzo che sa accendere il fuoco e… la speranza del Domani. Inizia così un incredibile viaggio. Ma riusciranno a raggiungere la meta prima della Fine? Rivivi le emozionanti avventure del film! Ebook ottimizzato per Tablet, Mac e PC

Piano Piano
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Underwood, Deborah - Liwska, Renata

Piano Piano

Rizzoli, 24/07/2013

Abstract: Ci sono tanti tipi di piano. Piano può essere delicato. Ma può essere anche rumoroso.Piano può essere qualcosa di dolce e morbido che ti aiuta a fare la nanna."Disegnare un libro illustrato, piano piano" è il genere di cosa "piano piano" che Renata Liwska preferisce. Tra i suoi libri illustrati Little Panda, di cui ha scritto anche i testi.Ebook ottimizzato per Tablet, Mac e PC

Eco-famiglie. Riflessioni, esperienze, idee per una maggiore consapevolezza e un orientamento più sostenibile
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Artuso, Elisa

Eco-famiglie. Riflessioni, esperienze, idee per una maggiore consapevolezza e un orientamento più sostenibile

Il leone verde, 24/05/2013

Abstract: Pannolini lavabili, raccolta differenziata, borsette biodegradabili e cibo biologico. Se c'è una cosa che oggi va di moda è l'ecologia! A volte può sembrare una cosa da ricchi o un lusso per persone che hanno molto tempo a disposizione, tuttavia un cambiamento concreto che ci consenta di consegnare alle generazioni future un ambiente salutare e pulito non è solo necessario, ma improcrastinabile, e può avvenire solo se le famiglie imparano a costruire relazioni virtuose tra di loro. Parliamo di relazioni che ci aiutino a modificare gradualmente le nostre abitudini all'insegna del consumo critico e responsabile, della mobilità sostenibile, di un nuovo modo di vedere la pulizia e la propria cura personale, di costruire le nostre case e di gestire il nostro denaro. In Eco-Famiglie troverete proposte concrete per essere più ecologici senza spendere quasi nulla, ridurre i consumi inutili e insegnare ai nostri figli il valore dell'eco-sostenibilità e di viverla assieme agli altri. Inoltre, vi saranno proposti consigli pratici per organizzarvi in gruppi d' acquisto, concepire progetti e ricette di autoproduzione, inventare giochi creativi e organizzare vacanze ecologiche. Il libro è inoltre ricco di testimonianze di persone che hanno avuto modo di sperimentare un'ecologia nuova e concreta senza estremismi.Il vero cambiamento parte dalle piccole cose, se si pensa solo in grande si rischia di non iniziare mai.

L'immagine della città
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Lynch, Kevin - Ceccarelli, Paolo

L'immagine della città

Marsilio, 04/11/2013

Abstract: La ricerca di Lynch è stata per quasi mezzo secolo ed è tuttora punto di riferimento di buona parte della progettazione urbana, tanto pubblica che privata, negli usa. Lo stesso si può dire per numerosi studi recenti in campi diversi come la geografia, l'antropologia, la psicologia.Le riflessioni sulla necessità di inventare una diversa e più complessa cartografia per riuscire a dar conto dei "paesaggi invisibili", le analisi dei rapporti tra organizzazione dello spazio, morfologia urbana, modelli culturali e forme di potere economico e politico, la messa a punto di criteri per rendere più sicuri e vivibili gli ambienti urbani, la comprensione dei processi cognitivi nei vari gruppi d'età sociali e culturali e dei comportamenti devianti nei contesti urbani, le analisi di Marc Augé sui "non luoghi" sono esperienze di ricerca che devono molto al contributo di Lynch, agli interessi che ha stimolato e anche alle speranze che ha aperto."L'immagine della città - scrive Paolo Ceccarelli - è ancora un libro stimolante e ricco di suggestioni: un utile strumento per capire alcuni problemi delle città americane e una buona guida metodologica per imparare comunque a leggere le città di ogni parte del mondo".

Brevi incontri
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Bignardi, Irene

Brevi incontri

Marsilio, 02/10/2013

Abstract: Quaranta splendide istantanee per altrettanti brevi incontri con alcuni dei più grandi protagonisti della cultura contemporanea.Per capire il '900, per carpirne un segreto, ogni imprevedibile percorso merita di essere condiviso ed esplorato. Le interviste di Irene Bignardi, che qui sono raccolte, scelte tra le innumerevoli che l'autrice è venuta facendo in anni e anni di militanza giornalistica soprattutto sul paginone centrale di "la Repubblica", offrono testimonianze autorevolmente autoriali e mai effimere, dove, nel libero e spregiudicato confronto tra una giornalista curiosa e appassionata e alcuni - quaranta - protagonisti della seconda metà del secolo, emergono speranze e ideali di alcune generazioni di artisti - alla definizione sfugge solo, ma apparentemente, Andrew Wylie - che si sono buttati nella mischia per riconoscersi nelle parole o nelle immagini che sapevano inventare.Cinema, letteratura, fumetto, teatro, fotografia: poco conta il linguaggio o il genere, tutti gli intervistati accettano di consegnare, nella precaria resistenza del parlato, la loro "verità" a una fedele messaggera che fisserà nella scrittura quello che a volte non dicono neppure a se stessi e che, invece, nella strana intimità che può creare l'intervista, raccontano.Bignardi, che si confessa cocciutamente "ambiziosa", cerca "il ritratto in controluce", fedele persino nelle pause ai suoi interlocutori, ma al tempo stesso cosciente che suoni, luci, ambienti non si riveleranno mai interamente nelle sole parole, e, quindi, pronta a toccare tutti i tasti della memoria, dell'evocazione, della nostalgia, restituendo un sentimento di autentica verità, scegliendo con prudente attenzione le tessere del suo puzzle, incastrandole con delicata determinazione.Quel che esce da questi Brevi incontri - che nel titolo evocano espressamente il capolavoro di David Lean - è una sorprendente foto di gruppo, nella quale non solo ci sono tutti loro, i quaranta, ben distinguibili, ma, sullo sfondo, un poco sfuocati e tuttavia riconoscibili, anche gli altri compagni di strada che li hanno per qualche momento affiancati o accompagnati lungo gli anni, la storia e le storie del secolo breve. CESARE DE MICHELIS

Re Sole e lo Scoiattolo. Nicolas Fouquet e la vendetta di Luigi XIV
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Necci, Alessandra

Re Sole e lo Scoiattolo. Nicolas Fouquet e la vendetta di Luigi XIV

Marsilio, 29/05/2013

Abstract: Il protagonista si chiama Nicolas Fouquet, lo Scoiattolo, ed è Sovrintendente delle Finanze di Luigi XIV, il re Sole. L'epoca è il Seicento francese, "Le Grand Siécle", e rappresenta uno spiraglio sulla modernità, sull'Europa in divenire, l'Europa che sarà.Il luogo attorno a cui ruota parte di questa vicenda è il castello di Vaux - le - Vicomte, la meravigliosa proprietà di Fouquet che susciterà le invidie del re. Temi salienti del dramma sono il potere e il denaro, l'ambizione e l'invidia, la dissimulazione e il tradimento, ma anche l'amore e la fedeltà, la lealtà e il senso dell'amicizia, il grande mecenatismo e l'amore per il bello. La Storia, certo, non è avara di episodi drammatici: alcuni sembrerebbero i classici casi in cui il meritato castigo si è abbattuto sul colpevole, altri sono meno facili da definire, anche a posteriori. Quali sono gli errori realmente commessi da Nicolas Fouquet? Quali invece quelli ingiustamente attribuitigli per chiuderlo in trappola? Dov'è il bene e dove il male? Dove la colpa, dove l'innocenza? Possono anche determinarsi circostanze dall'apparenza casuale che portano a conclusioni devastanti. Può succedere, ad esempio, che durante un temporale un fulmine colpisca un albero e prenda in pieno uno scoiattolo, abbattendolo. Anche in questa vicenda c'è un metaforico fulmine, anzi "delle folgori reali": non casuali però, bensì accuratamente preparate, astutamente dissimulate, deliberatamente volute. Decise a tavolino per incenerire quel personaggio troppo abile e fortunato, a cui il destino aveva concesso tutto, e per tale ragione andava punito espellendolo definitivamente dal palcoscenico su cui con troppo successo aveva recitato.

Verde. Storie di un colore
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Brusatin, Manlio

Verde. Storie di un colore

Marsilio, 13/04/2013

Abstract: Non solo un colore. Il verde, chiaro segnale di via libera, è diventato l'orizzonte sterminato di una speranza senza confini, che occupa tempo e spazio di un immaginario – tanto individuale quanto universale – "secolo verde".Il verde fin dalle sue origini è buono quando fa parte della natura, non è buono quando entra nel corporeo e nel serpentino. La sua doppia natura fonde insieme i due colori che lo compongono: il giallo della luce del sole, il blu dell'ombra notturna. Ma si tratta di un colore assolutamente originario, il colore più presente sopra la terra a partire da quello stagno di rane dove si è coltivata la vita molto umana, la vita di ogni essere che ha camminato, dal paradiso terrestre alla conquista della terra promessa, anch'essa sempre molto verde.L'itinerario nel verde che qui si propone è necessariamente saltellante come una inquieta e vorace cavalletta, tra divinità e paradisi verdi, cavalieri e fate verdi, pietre, terre e case verdi, riportando le diverse storie a una loro matrice originaria, e cercando di approdare a quel territorio verde, sostenibile o insostenibile che sia, di una speranza ancora verde che ha il colore intermittente delle lucciole nel bosco.La virtù della speranza verde sta sempre in mezzo, con la fede bianca alla destra e alla sinistra la carità rossa – un tricolore ancora inedito. Per tradizione, i tre animali verdi sarebbero il pappagallo, il ramarro e lo scarabeo di cui non sarà difficile scoprire le virtù troppo umane di un "falso e vero verde". Così "essere al verde" si spiega come una condizione, non ineluttabile, ma necessaria per rinverdire e rinascere – con o senza biglietti verdi.

Filosofia perenne e mente naturale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Zolla, Elémire - Marchianò, Grazia

Filosofia perenne e mente naturale

Marsilio, 28/06/2013

Abstract: Questo libro accoglie in un volume unico due opere contigue di Zolla che videro la luce negli anni Novanta del secolo scorso: La nube del telaio. Ragione e irrazionalità tra Oriente e Occidente (1996) e La filosofia perenne. L'incontro fra le tradizioni d'Oriente e Occidente (1999). I due testi accostati nella loro sequenza originale gettano piena luce sulla visione filosofica maturata da Zolla nell'ultima fase della vita, dopo aver esplorato ne La nube del telaio il vario peso che la dicotomia 'ragione' e 'irrazionalità' ha avuto nella storia delle idee filosofiche e religiose fino al XX secolo. Il salto da una ragione calcolante ostaggio del cozzo fra gli opposti, a una mente capace di riconoscersi nell'unità profonda di 'io' e 'universo', è l'approdo ?cui Zolla giungeva ne La filosofia perenne, additando una visione della realtà in cui fisica e metafisica sono congiunte. Nella Parte III, un formidabile cambio di registro ci fa partecipi degli incontri 'fatali' di Zolla con un terzetto irresistibile di personaggi dell'altro ieri e di ieri: il Marchese di Sade, di cui da giovane curò le Opere, la scrittrice statunitense Djuna Barnes che incontrò al Greenwich Village nel 1968, e il geniale storico delle religioni rumeno I.P. Culianu assassinato a Chicago nel 1991. Zolla che gli fu amico, ne traccia un ritratto memorabile."Occorre rammentare che lo stato di liberazione può essere accostato in vasta o minima misura, finché vita perduri; un'esistenza volta ad essa sarà sempre sul punto di attingere lo scopo, anche se può darsi che fino all'ultimo respiro l'accesso sia in parte inibito" Elémire Zolla

Bastava dire no. Alla fine di un matrimomio, credetemi, si sopravvive
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Maffioletti, Chiara

Bastava dire no. Alla fine di un matrimomio, credetemi, si sopravvive

Marsilio, 08/05/2013

Abstract: "Chiara M racconta la parabola di un matrimonio. Non un matrimonio qualunque: il suo. Un racconto utile, ironico, malinconico, senza sconti. Uno sguardo chiaro come il suo nome" Beppe Severgnini Il giorno in cui si è sposata era convinta che l'amore sarebbe durato per sempre. Vogliamo essere onesti? Diciamo che ci sperava. Perché, in fin dei conti, decidere di dividere la propria vita con qualcuno è un rischio. E se anche la cosa non le fosse stata del tutto chiara quando stava attraversando la navata della chiesa, indossando fieramente la meringata che chiamano abito da sposa, lo sarebbe diventata qualche tempo dopo. Quel giorno piangevano la mamma e qualche zia. Qualche anno più tardi, invece, piangeva lei. Succede quando si entra nel vortice dei tentativi che si fanno per restare insieme. Nel momento in cui ci si separa si viene catapultati in una nuova dimensione di problemi emotivi ma anche molto pratici. Tutte cose che (più o meno) sono capitate a (più o meno) tutti. Perché bisogna dirlo alle famiglie, dirlo al lavoro, parlare con gli avvocati, cercare una nuova casa. E si realizza che gli amici ci avrebbero scommesso, perché dopo - e solo dopo - ti dicono cosa davvero pensavano dell'ex. Una consolazione: non si è soli. E poi quando i due si lasciano c'è sempre del tragicomico e sentirselo raccontare da chi quei momenti li ha vissuti e in qualche modo superati, potrebbe essere di un qualche sollievo per chi sta concludendo (o ha da poco concluso) una storia importante. Ed è il motivo per cui Chiara Maffioletti ha scritto questo libro. Una storia in cui molti lettori possono facilmente identificarsi. Con uno stile di scrittura brillante e fresco, l'autrice riesce anche a strappare un sorriso, ma senza perdere mai di vista l'obiettivo di raccontare qualcosa di vero e di delicato.

Ti faccio vedere io!
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Navarro, Joe

Ti faccio vedere io!

Sonzogno, 26/11/2013

Abstract: Perché alcuni di noi hanno tutto quello che serve per avere successo - formazione, competenze, capacità, motivazioni - eppure non riescono a fare la carriera che meritano? Joe Navarro, ex agente FBI e specialista di linguaggio del corpo, non ha dubbi: dipende da quello strumento silenzioso ma potentissimo dell'intelligenza non verbale. Cioè da quello che comunichiamo attraverso i nostri gesti, i movimenti del corpo, le espressioni del viso, come mostriamo le emozioni, come ci vestiamo, gli oggetti che possediamo, i comportamenti consci e inconsci. Padroneggiare l'intelligenza non verbale significa riconoscere questi movimenti involontari, interpretare e anticipare le mosse dell'interlocutore, influenzare gli altri e in generale avere la marcia in più che ci serve per ottenere tutto ciò che vogliamo. Con questo metodo, collaudato in anni di esperienza, Navarro dimostra come i trucchi per avere successo, dando una svolta alla carriera e riuscire nel lavoro, siano alla portata di ciascuno. Per vincere, dunque, basta partecipare.

Il metodo maman. Con poche regole ma chiare le mamme francesi li crescono meglio
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Druckerman, Pamela - Marasco, Roberta

Il metodo maman. Con poche regole ma chiare le mamme francesi li crescono meglio

Sonzogno, 27/02/2013

Abstract: Che fatica crescere bambini bene educati, tanto più quando anche i migliori modelli educativi sembrano entrati in crisi.Pamela Druckerman si è messa a osservare da vicino le mamme francesi e ha capito che sono di gran lunga le migliori. I loro piccoli non fanno capricci, dicono "buongiorno", sono ubbidienti, finiscono con gusto tutto quello che hanno nel piatto, dormono di notte, e soprattutto lasciano in pace i genitori.L'autrice ha raccolto, giorno dopo giorno, una miniera di segreti, parole d'ordine e comportamenti capaci di migliorare la vita di una persona e dei suoi figli.Fin dai primissimi giorni, le madri francesi non rinunciano alla propria vita, ritengono che un buon genitore non debba essere sempre a disposizione dei propri figli, e non ne ricavano alcun senso colpa.In Francia i genitori sono assai severi su alcune regole fondamentali, rispettate le quali numerose piccole trasgressioni hanno diritto di cittadinanza: esercitano così una tranquilla autorità, che contribuisce alla formazione del carattere. Perché i bambini capiscono tutto, e sta ai loro genitori farne dei pestiferi viziati eternamente molesti oppure dei frugoletti adorabili e tranquilli, indipendenti come la loro mamma.