Includi: tutti i seguenti filtri
× Risorse eBook (MLOL)
× Data 2014

Trovati 6283 documenti.

Mostra parametri
La lettera scarlatta
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Hawthorne, Nathaniel - Terrinoni, Enrico

La lettera scarlatta

Feltrinelli Editore, 17/09/2014

Abstract: "Sia benedetta la virtuosa colonia del Massachusetts, dove l'ingiustizia viene esposta alla luce del sole!"Pubblicato nel 1850, La lettera scarlatta è uno dei più importanti romanzi nordamericani dell'Ottocento. Nelle intenzioni dell'autore esso doveva rappresentare al meglio lo spirito puritano dell'epoca coloniale americana. Nella società puritana la libertà dell'individuo coincideva con il bene della comunità, che doveva essere purificata da ogni elemento estraneo, considerato al soldo di Satana. Per questa ragione le autorità imponevano stili di vita improntati a un inflessibile rigore morale. E chi infrangeva gravemente le regole poteva incorrere persino nella pena di morte. Nel libro una giovane sposa, amante del pastore Arthur Dimmesdale, manifesta fisicamente i segni della sua relazione extraconiugale con il predicatore. Nulla riesce a farla confessare, nemmeno le minacce, e per questo viene schivata da tutti, e infine condannata a portare sul petto una fiammante lettera A, che la additi allo sguardo pubblico come un'adultera. Intorno a questa vicenda si dipana il progressivo insinuarsi nei personaggi di un tormentato lavorio psichico, che li spingerà, in taluni casi, sull'orlo della pazzia. Il libro è stato fonte di ispirazione per numerose trasposizioni cinematografiche. 

Come stanno le cose (VINTAGE)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Odifreddi, Piergiorgio

Come stanno le cose (VINTAGE)

Rizzoli, 10/09/2014

Abstract: Duemila anni fa, con il De rerum natura, Lucrezio guardò alla cultura del futuro e ne anticipò una buona parte in un poema visionario e avveniristico, opera di divulgazione scientifca e testimonianza laica. Sono queste le due chiavi di lettura del mondo alle quali si lega il matematico impertinente Piergiorgio Odifreddi, che si è cimentato in una nuova traduzione in prosa del capolavoro di Lucrezio e in un commento illustrato. Per mostrare le connessioni ideali o fattuali con l'intera cultura, umanistica e scientifca, di un'impresa letteraria ancora oggi straordinaria.

Il mondo così com'è
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Giacon, Massimo - Scarpa, Tiziano

Il mondo così com'è

Rizzoli Lizard, 23/04/2014

Abstract: Alfio soffre di allucinazioni grafiche. Vede panciuti balloon uscire dagli oggetti o dagli animali, riesce a leggere ciò che dicono gli uccelli e le stelle del cielo, le prese elettriche e i semafori, i crocefissi e le divinità africane. Un caso umano che potrebbe segnare la storia della psichiatria e che — agli occhi della dottoressa Zedda — rappresenta la scoperta più sensazionale mai ottenuta dalla ricerca scientifica; un inconsapevole paladino dell'umanità.Scritto dal Premio Strega Tiziano Scarpa e disegnato con l'inconfondibile segno pop di Massimo Giacon, un graphic novel dedicato a quei dettagli che si perdono nella moltitudine di stimoli, a ciò che si apprezza solo quando non c'è più, alle piccole sfumature che rendono unico e inimitabile il mondo così com'è.

La Bella Addormentata nel bosco
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Fontana, Ugo - Guarnieri, Rossana - Negrin Fabian - Grilli Giorgia

La Bella Addormentata nel bosco

Fabbri Editori, 19/03/2014

Abstract: Cera una volta… Ugo Fontana, uno dei più grandi maestri italiani dell'illustrazione per ragazzi. Artista straordinario, nella sua trentennale carriera Fontana ha reinterpretato con raffinata eleganza e uno stile inconfondibile decine e decine di fiabe: i suoi disegni sono rimasti nei ricordi di intere generazioni. Oggi, gli archivi Fabbri ci restituiscono le tavole originali, che rivivono in queste pagine in tutto il loro splendore: ancora si intravede la matita sotto il colore, si ammira la padronanza assoluta della tecnica, la cura quasi maniacale del dettaglio. E gli archivi Fabbri ci regalano anche una tavola inedita, una vera sorpresa per tutti gli appassionati. È emozionante sfogliare queste pagine, in cui il genio di Fontana dà vita a uno straordinario racconto per immagini, a un'interpretazione unica e poetica di una tra le più belle fiabe di tutti i tempi. Un tesoro da custodire nella propria libreria per far vivere anche ai più piccoli le atmosfere create dai disegni di un grande artista. ILLUSTRATA DA UGO FONTANA

Il giusto respiro. Proteggere i bambini da adenoidi ingrossate, allergie, infezioni respiratorie ricorrenti e altre patologie
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Di Chiara, Andrea

Il giusto respiro. Proteggere i bambini da adenoidi ingrossate, allergie, infezioni respiratorie ricorrenti e altre patologie

Il leone verde, 07/01/2014

Abstract: "Il giusto respiro" ci ricorda come nella vita frenetica di oggi si diano per scontate molte cose, prima di tutto le malattie dei nostri figli. Il pensiero dominante ci porta a pensare che problemi come le allergie, le adenoidi, i denti storti, i raffreddori frequenti, il russamento, l'asma e i disturbi dell'apprendimento siano il destino naturale di tutti i bambini, che difatti affollano le sale d'attesa di pediatri, otorini e neuropsichiatri come se fossero a una festa di compleanno.Ma siamo sicuri che le cose stiano davvero così? Gli studi epidemiologici dimostrano che questi problemi sono in netto aumento nei Paesi occidentali (in gran parte inurbati e tecnologizzati), ma lo stato di salute pediatrico non è sempre stato così. Esso nel corso del tempo si è spostato dalle malattie acute infettive a quelle croniche caratterizzate da risposte alterate del sistema immunitario; denominatore comune di tale fenomeno pare essere l'alterazione degli automatismi di respirazione e di deglutizione nei bambini piccoli indotta dal nostro stile di vita poco indicato e dai nostri ritmi artificiali.Ne "Il giusto respiro" si fa il punto della situazione con argomenti vecchi e nuovissimi, proponendo tantissime soluzioni pratiche per il trattamento domiciliare del bambino adenoideo allergico, la cura del quale è affidata a una famiglia non più passiva dispensatrice di pasticche bensì attiva somministratrice di cure e stimoli funzionali necessari alla crescita naturale e equilibrata dei propri bambini.

Ore d'ozio. Tsurezuregusa
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Yoshida, Kenko - Boscaro, Adriana

Ore d'ozio. Tsurezuregusa

Marsilio, 09/07/2014

Abstract: Opera più famosa della letteratura classica medievale, scritta intorno al 1330, lo Tsurezuregusa (徒然草 Ore d'ozio) ha goduto e gode tuttora di enorme successo, sia all'estero, dove è stato tradotto in numerosissime lingue, sia nella madrepatria. In virtù del suo stile raffinato e del suo particolare genere è infatti oggi letto in tutte le scuole del Giappone come esempio più significativo della tradizione classica. All'interno del testo scorrono con suggestiva limpidezza le 243 prose che lo compongono, piccole gemme di un sapere poliedrico e di una lucida saggezza. Riflessioni personali, aforismi, appunti e ricordi si alternano in modo spontaneo e genuino tradendo la profonda sensibilità dell'autore, che fa propri i canoni della letteratura giapponese medievale e i principi estetici del pensiero buddhista nipponico. Estraniatosi dalle accese dinamiche di Corte, Kenkō Hōshi fa dell'immersione nella natura il prisma attraverso cui considerare la realtà circostante: il passato mondano, la società, ma anche la posizione dell'uomo nell'universo, l'essenza stessa della vita. Il "beato ozio" diventa allora un momento di ebbrezza che permette di acuire il proprio sguardo e di inoltrarlo prima verso la contemplazione e poi verso la stesura di queste brevi, penetranti, a volte autoironiche "quisquilie", ineguagliabili nella loro semplicità e bellezza.

La sinfonia del tempo breve
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Signorini, Mattia

La sinfonia del tempo breve

Marsilio, 02/04/2014

Abstract: Nato nell'immobilità pigra di un piccolo paesino dell'Inghilterra, nel breve intervallo della pace precaria tra i due conflitti mondiali, Green Talbot sa che per rendere la sua esistenza degna di quel nome deve andare incontro al mondo. E nel suo avventuroso viaggio che attraverserà l'Occidente, ma anche il tempo del secolo breve - dall'America della Grande Depressione all'Europa del dopoguerra, della ricostruzione e del boom economico - Green Talbot diventerà lo specchio degli uomini e dei luoghi che incontrerà, raccogliendone la vita, i sentimenti e il loro significato.

Il prato in fondo al mare
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Nievo, Stanislao - Bugaro, Romolo

Il prato in fondo al mare

Marsilio, 25/11/2014

Abstract: "Il prato in fondo al mare è un racconto-labirinto e nello stesso tempo un itinerario magico, un'inquietante metafora che prende l'aspetto di un giallo, di un racconto di mare, di un'inchiesta giornalistica" (Cesare Garboli)4 marzo 1861: parte da Palermo il battello a vapore Ercole, con a bordo Ippolito Nievo, in viaggio verso Napoli per riportare i documenti della spedizione garibaldina dei Mille cui aveva preso parte. Ma la nave Ercole nel corso di una violenta tempesta scompare nel nulla. Nessun superstite, nessuna traccia, nessuna inchiesta che riesca a capire cosa è accaduto.5 marzo 1961: in occasione del centenario della scomparsa di Ippolito Nievo, Stanislao, suo pronipote, viene abbagliato da un flash, che interpreta come un invito a riaprire le indagini su quella morte misteriosa. Stanislao Nievo dedica dieci anni della sua vita a raccogliere i materiali utili per ricostruire le fila di questo capitolo di storia patria. Così la vicenda di Nievo si sdoppia e si aggroviglia in tante storie diverse, e le ricerche non sono meno avventurose e romanzesche della fine leggendaria del vascello Ercole. Pubblicato nel 1974, il romanzo è il Premio Campiello 1975.

Visitare Auschwitz. Guida all'ex campo di concentramento e al sito memoriale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Saletti, Carlo - Sessi, Frediano

Visitare Auschwitz. Guida all'ex campo di concentramento e al sito memoriale

Marsilio, 25/01/2014

Abstract: Visitare Auschwitz è una guida ricca di informazioni, fotografie e mappe, di suggerimenti puntuali per aiutare a comprendere ciò che resta oggi di questo terribile passato, un utile strumento per cominciare a ricostruire la storia e a rivivere con l'immaginazione i frammenti di vita quotidiana dei deportati che vissero in questo luogo i loro ultimi giorni.Chi si reca a Oswiecim (Polonia) e visita il Lager di Auschwitz, che ha sede nel campo base, e poi raggiunge Birkenau, il campo di sterminio poco distante, spesso non riesce a capire come funzionava questo immenso centro di sterminio e di afflizione. Intorno a questo luogo memoriale immerso in un grande e profondo silenzio che lascia esterrefatti, la vita scorre e la città come i suoi abitanti cercano di mostrarsi per quello che sono oggi, senza riuscire a risolvere (ma si potrà mai?) il conflitto tra il presente e un passato che non passa. Per capire occorre arrivare a Oswiecim preparati e informati, ma poi sul luogo che tra il 1940 e il 1945 vide morire più di un milione di ebrei e fu il Lager del martirio di un'Europa soggiogata dalla scure nazista, gli occhi guardano ciò che rimane senza troppo comprendere.Ogni anno, dall'Italia, più di 60.000 visitatori raggiungono il Lager di Auschwitz; per lo più gruppi di studenti e di insegnanti, ma anche famiglie e singole persone. Dal 1959 il loro numero cresce continuamente, nonostante sia trascorso ormai più di mezzo secolo dalla sua liberazione.

La matriarca
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Stern, G. B. - Brolli, Daniele - Nirenstein, Susanna

La matriarca

Sonzogno, 10/10/2014

Abstract: Paragonato ai Buddenbrook di Thomas Mann, ma tanto più scanzonato e allegro, La Matriarca di G.B. Stern narra l'ascesa e il declino della famiglia Rakonitz, ebrei cosmopoliti che hanno girovagato per l'Europa prima di stabilirsi a Londra. La loro numerosissima tribù ruota attorno ad Anastasia, la Matriarca. È lei che comanda tra le mura di casa e sovrintende al destino di fratelli, figli, cugini, nipoti, per non parlare delle sventurate nuore. E sarà pure vero che in sinagoga le donne sono relegate in un angolo, e che la loro sola missione sembra essere quella di sfornare figli, possibilmente maschi, però nella vita dei Rakonitz sono loro - energiche, presuntuose, loquaci, a capo di enormi tavolate piene di cibo - a decidere. Per un secolo intero, dalle campagne napoleoniche alla prima guerra mondiale, è tutto un susseguirsi di matrimoni e bar mitzvà, amori e disincanti, guadagni e fallimenti. Pagina dopo pagina, nel tono tipico dell'umorismo ebraico, capace di sorridere anche in mezzo alle tragedie, si procede al ritmo incalzante della vita. "Le fortune dei Rakonitz erano come una grande nave con innumerevoli carichi in stiva e una donna stravagante e dispotica al timone, che rideva perché il vento era forte e giusto e non si scontrava mai contro uno scoglio."

Soufflé
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Perker, Asli - De Marco, Katia

Soufflé

Sonzogno, 15/01/2014

Abstract: "Una storia che ricorda Chocolat di Joanne Harris molto da vicino" StylistDa New York a Parigi a Istanbul, un meraviglioso libro di cucina unisce tre persone alla ricerca della ricetta magica per ottenere un soufflé quantomeno presentabile. Prigioniera di un matrimonio senza amore, Lilia è costretta all'improvviso a prendersi cura del marito colpito da un ictus e ritrova inaspettatamente leggerezza e allegria nel preparare elaborati e gustosi piatti esotici ai suoi inquilini. Dall'altra parte dell'Oceano, intanto, Marc ha appena perso la moglie ed è incapace di sostenere la vista di una cucina vuota. Eppure, quasi senza rendersene conto, si ritrova a imparare l'inafferrabile arte di cui sua moglie era regina. E Ferda, madre e moglie affettuosa, nonché cuoca appassionata, dedicandosi alle mille ricette della sua città alle porte dell'Oriente cerca di distrarsi da una madre irrimediabilmente ipocondriaca. Da ognuna di queste cucine ai tre angoli del mondo giunge un invito seducente, capace di allontanare il dolore e la solitudine e di far ritrovare il sorriso a chi pensava non fosse più possibile. Un richiamo potente che spinge a scoprire come la sfida racchiusa in una ricetta e il piacere del cibo possano bastare per sentirsi di nuovo vivi.

Vivere le emozioni. Per capire i disturbi dell'umore e liberarsi dall'ansia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Della Seta, Livio

Vivere le emozioni. Per capire i disturbi dell'umore e liberarsi dall'ansia

Sonzogno, 01/10/2014

Abstract: Le emozioni sono lo strumento indispensabile per entrare in contatto con il mondo esterno e interpretare la realtà circostante. Qualunque sofferenza è caratterizzata da emozioni disturbanti. Provare un'ansia intensa, una rabbia diffi cilmente controllabile, una tristezza profonda può spingere una persona a chiedere aiuto psicologico. Dobbiamo capire cosa stiamo provando e perché sia proprio quella l'emozione provata. È necessario distinguere se ciò che avvertiamo è paura piuttosto che rabbia; tristezza piuttosto che senso di colpa. È attraverso questa comprensione che saremo in grado di valutare la qualità del rapporto che intercorre tra noi e gli altri.

Gender/genre. Saggi in onore di Maria Teresa Chialant
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Lops, Marina - Rao, Eleonora

Gender/genre. Saggi in onore di Maria Teresa Chialant

Liguori Editore, 01/01/2014

Abstract: Il volume, concepito in onore dell'anglista Maria Teresa Chialant, raccoglie 29 saggi che offrono un variegato itinerario interpretativo attraverso le forme del narrare, della rappresentazione scenica e della parola poetica, sia nel contesto della letteratura inglese e nordamericana che in quello delle letterature anglofone. A fare da filo rosso fra i diversi contributi è l'attenzione per i generi della enunciazione letteraria, sui quali viene svolta una riflessione prevalentemente, ma non esclusivamente, orientata a indagare la complessa relazione che il 'sistema dei generi' istituisce con la nozione di gender, intesa come categoria di analisi e interpretazione del fatto letterario. Pur nella varietà delle metodologie adottate, la cornice di riferimento per la gran parte dei contributi è l'orizzonte teorico inaugurato dalla critica femminista e dagli studi di genere negli ultimi trent'anni del Novecento. I saggi, distribuiti in quattro sezioni, disegnano una fitta trama di percorsi letterari e intrecci culturali che spaziano dall'età di Shakespeare alla contemporaneità, ma investono anche l'esperienza del tradurre, esplorata alla luce del rapporto fra gender e traduzione.

La malattia come metafora nelle letterature dell'Occidente
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Manferlotti, Stefano

La malattia come metafora nelle letterature dell'Occidente

Liguori Editore, 01/01/2014

Abstract: Che la letteratura di ogni tempo e luogo si sia cimentata così spesso – e in forme così variegate ed alte – nella rappresentazione della malattia, è comprensibile, costituendo la condizione morbosa non soltanto un'esperienza pressoché ineludibile di ogni vivente, ma anche una delle più intense e significative: un'esperienza che riguarda in modo congiunto il corpo e l'anima, la vita e la morte, il tutto e il nulla. Di questa fenomenologia molteplice e suggestiva, che incrocia di continuo i saperi più diversi e confluisce in molti temi e archetipi dell'essere umano – tra i quali il corpo, il sangue, la colpa, il peccato, la morte –, i contributi raccolti in questo volume intendono indagare esiti letterari particolarmente significativi e proporre un rilancio teorico sull'intera materia.

Teatro. Solitudine, mestiere, rivolta
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Barba, Eugenio

Teatro. Solitudine, mestiere, rivolta

Edizioni di Pagina, 02/07/2014

Abstract: Preparando undici anni dopo una nuova edizionedi "Aldilà delle isole galleggianti", Eugenio Barba hacominciato a eliminare materiali per sostituirli connuovi scritti e aggiungervi altri pezzi ritrovati, finchéun giorno s'è accorto di avere tra le mani unnuovo libro che rivisita la storia sua e del suogruppo: il riepilogo appassionato di una vita inteatro e nel teatro della vita, concepito come unviaggio nel mondo per cercarne la necessità. Nona caso questo volume si chiama "Teatro" e ha persottotitolo "solitudine, mestiere e rivolta". È allostesso tempo una zigzagante autobiografia, unastoria pluridecennale della scena e dell'uomo al difuori della scena, un manuale di lavoro e uno studiosulla dialettica di gruppo, pieno di folgorantivisioni creative. Barba, da cinquant'anni regista,teorico e animatore dell'Odin Teatret, ripercorrequi le tappe fondamentali della sua pratica teatrale:la frattura originaria con la tradizione, l'importanzadel laboratorio e del training, i viaggi e i barattinel Sud del mondo, il Terzo Teatro come ricercadi senso oltre ogni etichetta, la testimonianzadei maestri, rivoluzionari della scena o apprendistidella vita, la trasmissione dell'eredità.L'autore. Eugenio Barba nasce nel 1936 a Gallipoli. Dal 1960 al 1964 studia teatro in Polonia, per tre anni, con Jerzy Grotowski. Nell'ottobre del 1964fonda a Oslo l'Odin Teatret. Due anni dopo, con ilsuo teatro emigra in Danimarca, nella piccola cittàdi Holstebro. In cinquant'anni di attività,l'Odin Teatret ed Eugenio Barba sono divenuti unaleggenda del teatro contemporaneo: creano unproprio modo di trasmettere le proprie esperienzeartistiche sia con un'intensa attività di seminari estage, sia pubblicando libri e documenti filmati.Nel 1979 Eugenio Barba fonda l'ISTA,International School of Theatre Anthropology, enel 2002 il Centre for Theatre Laboratory Studiesin collaborazione con l'Università di Aarhus.Barba è nel consiglio di redazione di numerose rivisteinternazionali, tra cui "TDR - The DramaReview", "Performance Research", "New TheatreQuarterly" e "Teatro e Storia". Fra le sue moltepubblicazioni italiane: "Il Brecht dell'Odin" (Milano1981), "La canoa di carta. Trattato di antropologiateatrale" (Bologna 1993), "La terra di ceneri e diamanti. Il mio apprendistato in Polonia" (Milano2004), "L'arte segreta dell'attore" (in collaborazionecon Nicola Savarese; Bari 2011) e "La conquistadella differenza" (Roma 2012).

Gli insetti e il loro controllo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Pennacchio, Francesco

Gli insetti e il loro controllo

Liguori Editore, 01/01/2014

Abstract: Il progresso tecnologico e l'incremento delle conoscenze scientifiche di base permettono di analizzare in maniera sempre più approfondita i temi centrali dell'Entomologia. La disponibilità di una mole considerevole di informazioni biologiche e di strumenti di indagine molecolare, sviluppati in larga parte sul modello offerto dal moscerino della frutta Drosophila melanogaster, ha consentito di studiare anche gli insetti di interesse economico in modo sempre più dettagliato, ponendo le basi per lo sviluppo di nuove biotecnologie finalizzate al loro controllo. Questo testo punta a fornire gli elementi essenziali su come gli insetti sono fatti e funzionano e sulle loro modalità di interazione con i numerosi organismi e microrganismi che li circondano, dando vita a variegate forme di simbiosi di grande rilevanza economica. Queste conoscenze rappresentano un punto di partenza importante per lo sviluppo di nuove strategie di controllo, sostenibili dal punto di vista economico ed ambientale.

Orange is the new black. Da Manhattan al carcere: il mio anno dietro le sbarre
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Kerman, Piper

Orange is the new black. Da Manhattan al carcere: il mio anno dietro le sbarre

Controtempo, 02/04/2014

Abstract: Piper ha venticinque anni e si è trasferita da poco a Manhattan. Ha una bella casa, un fidanzato che la adora, sta costruendo una nuova rete di amicizie e ha una marea di progetti di lavoro e di vita. Ma un passato che sembra lontanissimo è ormai pronto a riscuotere il conto sul suo futuro. Il gesto di una ragazzina ribelle che anni prima si era imbarcata per amore e spirito di avventura in una situazione più grande di lei si tramuterà in una condanna definitiva a quindici mesi di detenzione in una prigione federale, e da lì in poi nulla sarà più come prima. Così Piper diventa la detenuta #11187-424. Intorno a lei non c'è più un mondo di opportunità e amore ma la società più varia, disgraziata, cinica, crudele, gerarchica, pettegola. E capace di farla sentire sola come non è mai stata, pur non essendo mai sola un istante. Eppure, un giorno dopo l'altro, imparando a conoscerne i linguaggi e i meccanismi, questo mondo si scopre anche popolato da grandi storie di dolore e solidarietà tra donne che, pur oltre l'ultima ragionevole soglia di speranza, sanno essere cariche di un'umanità senza filtri, capace di sorprendere per tenerezza, simpatia e coraggio. Orange is the new black, memoir autobiografico del periodo di detenzione realmente vissuto da Piper Kerman nel carcere di Danbury, è diventato una serie tv di Netflix che ha scioccato e diviso l'opinione pubblica in America e nel mondo, portando il pubblico per la prima volta nelle viscere del sistema penitenziario statunitense attraverso uno sguardo inedito e diretto.

Non chiedere perché
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Di Mare, Franco

Non chiedere perché

BUR, 12/03/2014

Abstract: Sarajevo, estate del 1992. Il giornalista Marco De Luca ha accettato di lavorare come inviato di guerra per la televisione italiana nel mezzo del conflitto balcanico. Durante un servizio sul bombardamento di un orfanotrofio, il suo destino incrocia quello di una bambina sopravvissuta: è l'unica bruna, in mezzo a tutte quelle teste bionde. E proprio quella bimba bruna lo spinge a inseguire, con un pizzico di follia, quello che a tutti appare un sogno irragionevole: istintivamente, Marco capisce che farà di tutto per poterla adottare. Una storia ispirata a vicende realmente accadute, uno straordinario atto d'amore che si spinge oltre la minaccia delle bombe e la complessità della burocrazia. Un romanzo emozionante e commovente, che rivela il sorprendente talento narrativo di Franco Di Mare.

La meta e la via
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Kafka, Franz

La meta e la via

BUR, 08/10/2014

Abstract: Kafka è uno dei profeti dell'animo contemporaneo. In questa antologia che raccoglie alcuni dei suoi più potenti racconti – da Un medico di campagna a La tana, da Un eroismo quotidiano a Un messaggio imperiale – possiamo seguire la voce che ha documentato in modo sorprendente e a tratti profetico la crisi e la speranza dell'uomo di oggi: tutti i toni della cupezza, dell'ossessione e dell'infelicità moderna trovano nella scrittura di Kafka acuta espressione, restituendoci il dramma dell'esistenza umana, costantemente stretta tra i propri limiti e la propria ansia di infinito. Racconto dopo racconto, emerge così da queste pagine il desiderio di reperire una speranza possibile, di trovare una via che finalmente conduca alla meta sempre intravveduta.

La speranza degli angeli
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline
Risorsa locale

Byrne, Lorna

La speranza degli angeli

BUR, 16/04/2014

Abstract: N ei momenti difficili gli esseri umani sono più fragili e confusi che mai ed è proprio allora che hanno più bisogno di forza e sostegno. Secondo Lorna Byrne, la sensitiva più famosa al mondo, che parla con gli angeli da quando era bambina, le creature celesti che ci circondano sono costantemente impegnate a infonderci l'energia e la speranza necessarie per andare avanti e realizzarci lungo il percorso della vita.Con il suo terzo libro la Byrne scrive una preziosa guida alla spiritualità e al tempo stesso un invito alla gioia e all'ottimismo, perché tutti sappiano che nessuno mai sarà lasciato senza amore.