Scopri la sezione Bergamo e provincia!

Puoi trovare moltissimi documenti, libri e materiale multimediale riguardanti:

  • Bergamo e tutta la bergamasca
  • libri scritti da autori bergamaschi
  • libri pubblicati a Bergamo e provincia
  • romanzi ambientati nella bergamasca

Utilizza i filtri per selezionare ulteriormente i documenti.

Se hai bisogno di informazioni o assistenza contattaci:

www.chiediloanoi.it 

035 0900226

Trovati 10672 documenti.

Mostra parametri
Vorrei ricordare per sempre
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vorrei ricordare per sempre : fare memoria in Valle Seriana : raccontare il tempo del COVID-19 / a cura di Matilde Cesaro, Alessandra Mastrangelo, Cristina Paruta

Bergamo : Lubrina Bramani, 2021

Abstract: Il volume è l’esito del progetto “Fare memoria in Valle Seriana – racconta i tuoi giorni al tempo del Coronavirus” promosso e sostenuto dal Sistema bibliotecario della Valle Seriana. Un percorso durato un anno e mezzo che ha permesso a più di 40 partecipanti di diventare “raccoglitori di storie” confluite nella raccolta di oltre 70 storie personali, testi spontanei e fotografie. Lo scopo principale del progetto è stato quello di voler custodire la memoria del territorio della Valle Seriana così profondamente colpito dalla pandemia da Covid-19, attuando uno dei principi del “Manifesto Unesco” delle Biblioteche pubbliche. L’incontro fertile e ricco di umanità fra bibliotecari, formatrici e cittadini è riuscito a trasformare il dolore, mettendo il proprio tempo e il proprio lavoro a disposizione della comunità, in una storia corale. Le storie raccolte storie possono sembrare poche per raccontare un territorio così popoloso ma ogni singola storia riesce a dare voce a molte altre non raccontate andando a costruire una memoria collettiva di esperienze. Per la valenza progettuale e territoriale, il progetto e il volume che ne è scaturito hanno ricevuto il prestigioso patrocinio della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari e della Fondazione Diaristica nazionale di Pieve Santo Stefano, oltre a quello di Rete Bibliotecaria Bergamasca, del Comune di Nembro e dell’associazione GIT – Gruppo Identità e Territorio di Alzano Lombardo.

La vita movimentata di Nicola Pezzoli garibaldino della Val Seriana
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cammelli, Andrea

La vita movimentata di Nicola Pezzoli garibaldino della Val Seriana / Andrea Cammelli ; prefazione di Chiara Frugoni

[S.l.] : Lubrina Bramani, 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 2
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Queste pagine nascono dallo studio di un epistolario messo in salvo e conservato per diverse generazioni nella casa della famiglia Pezzoli a Songavazzo; la fitta corrispondenza tra padre e figli, sommata a quella tra fratelli, ha permesso di ricostruire in modo abbastanza approfondito la storia vissuta da un componente della famiglia, Nicola Pezzoli, che è stato lontano da casa per diversi periodi e per svariati motivi tra il 1855 e il 1866, nel pieno delle battaglie risorgimentali. L'ho seguito a Bergamo al collegio Valsecchi, poi a Padova, Pavia e Parma durante gli studi alla facoltà politico - legale, negli anni in cui si radicalizzano i suoi ideali; infine in Camicia Rossa sulle Alpi, al tempo della terza guerra d'indipendenza, che combatte come volontario al seguito di Garibaldi e del colonnello Cadolini in Lombardia e Trentino. È una storia ricca di riferimenti storici con la Padova controllata dall'Austria negli anni '50, la Pavia dei fratelli Cairoli nella primavera del 1860, l'Italia alle prese con la terza guerra d'indipendenza del 1866; allo stesso tempo le conversazioni e le divergenze col padre e col fratello ci mettono a contatto diretto con le dinamiche interne di una famiglia borghese della metà dell'800. Prefazione di Chiara Frugoni.

La Val Seriana di Giovan Battista Moroni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pinessi, Orietta - Tomasini, Silvio - Vavassori Bisutti, Laura

La Val Seriana di Giovan Battista Moroni / [testi Orietta Pinessi, Silvio Tomasini, Laura Vavassori Bisutti]

Bergamo : Fondazione Adriano Bernareggi : Litostampa Istituto Grafico, 2021

L'acqua e la comunità
0 0 0
Materiale linguistico moderno

L'acqua e la comunità : il ruolo del Bacino Imbrifero Montano del lago di Como e fiumi Brembo e Serio nello sviluppo della montagna (1955-2020) / [testi: GianMario Arizzi ... et al.]

Bergamo : Corponove, 2021

Abstract: Sono passati ben 65 anni (era il 31 dicembre 1955) da quando si è costituito il nostro Consorzio BIM Lago di Como e fiumi Brembo e Serio, un ente sovracomunale garante di un diritto conquistato nel 1953, grazie alla lungimiranza di alcuni parlamentari riuniti nel gruppo "Amici della Montagna", compreso il nostro primo presidente on. Tarcisio Pacati, i quali chiesero a più riprese ed ottennero la legge numero 959, che istituiva il sovra-canone, una sorta di indennizzo per il danno provocato dallo sfruttamento di acqua nei territori di montagna e per la produzione di energia idroelettrica. Grande intuito ebbero anche i Consorzi BIM, enti deputati a gestire questa risorsa, a vantaggio dei Comuni di riferimento, in particolare per lo sviluppo socioeconomico del territorio e della sua gente. Una legge importante, strategica, che riconosceva un parziale diritto precostituito al possesso territoriale delle acque, una legge adeguata ed efficiente, composta peraltro da solo quattro articoli, compiutamente scritta su due pagine di Gazzetta Ufficiale; legge in vigore ormai da 67 anni, ancora oggi attuale ed estremamente utile per le nostre "terre alte". Per quei tempi, la legge fu un atto coraggioso, frutto dell'impegno di politici illuminati che amavano la montagna, condividevano una comune identificazione con la gente delle montagne, sia alpine che appenniniche, sensibili alle problematiche socioeconomiche di quel periodo post bellico, vissuto direttamente nei loro territori. Una legge semplice ed efficace, che consente ai Consorzi BIM (distribuiti in quindici regioni) di investire gli indennizzi ottenuti dall'uso della risorsa acqua, per lo sviluppo socioeconomico delle località svantaggiate, per la valorizzazione della montagna con la M maiuscola, e la promozione della "green economy". Vi si racconta la costituzione del Consorzio BIM del Lago di Como e dei Fiumi Brembo e Serio, l'impegno delle varie presidenze Pacati, Turani, Rinaldi, Baschenis, Filisetti, fino all'attuale di Carlo Personeni iniziata nel 2000. Interessante la panoramica delle grandi opere realizzate in bergamasca con la partecipazione del BIM, concludendosi il libro con uno sguardo ai sessant'anni della Federbim, con presidenti Valsecchi, Giacomelli, Mensi e, dal 2010, Carlo Personeni.

Dalle insurrezioni alle istituzioni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Costantini, Fabrizio

Dalle insurrezioni alle istituzioni : Giovanni Battista Camozzi Vertova a Bergamo tra 1848 e 1871 / Fabrizio Costantini

Bergamo : Lubrina Bramani, 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Il castello
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bepi

Il castello / Tiziano Incani

[S.l.] : Silele, 2021

Abstract: Uno strano fenomeno, un enigma da risolvere e un angolo di provincia bergamasca che, come il resto del pianeta, vuole provare a farlo, ma senza snaturarsi. Due amici, simili ma al contempo diversissimi, saranno quelli che più verranno risucchiati, ognuno a proprio modo, nelle fitte maglie del mistero

Il codice Moroni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Il codice Moroni : storytelling di un pittore del Rinascimento : luoghi, persone, cose che parlano di noi : [Albino, 02 Giugno 2021-22 Agosto 2021] / a cura di Barbara Mazzoleni e Orietta Pinessi ; [testi a cura di Gianluca Bovenzi ... et a.]

Bergamo : Grafica Monti, 2021

A l'cròda i stèle
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rocca, Renato

A l'cròda i stèle / Renato Rocca

[S.l. : s.n.], stampa 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Fuori dal ristorante
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cerea, Francesco <1966- >

Fuori dal ristorante / Francesco Cerea ; con Martina Maltagliati

Milano : Mondadori, 2021

Vivavoce

Abstract: "Dentro il ristorante ti senti un leone. Giochi in casa, dove nulla può andare storto. Ma a me vincere facile non è mai piaciuto, e nella ristorazione esterna se vinci è solo dopo aver calcolato e affrontato innumerevoli difficoltà". Da cinquant'anni il ristorante "Da Vittorio" di Bergamo è un marchio di eccellenza della ristorazione. Francesco Cerea, secondogenito dei fondatori Vittorio e Bruna, ha scelto di lavorare "fuori dal ristorante" e di occuparsi della ristorazione esterna, creando gli eventi che hanno portato i sapori di "Da Vittorio" sulle tavole di tutto il mondo. Quando si organizza un evento, da ristoratore è necessario trasformarsi in sarto e confezionare un abito su misura per il cliente: la riuscita della serata dipende da tante piccole attenzioni e premure riservate al momento giusto, studiate con precisione chirurgica. Ma anche da soluzioni estemporanee per risolvere le mille difficoltà che di volta in volta possono capitare. Perché la ristorazione esterna è come la vita: l'imprevisto è sempre dietro l'angolo e per affrontarlo sono necessari disciplina, talento, grinta ma anche inventiva e un pizzico di follia. Qualità che hanno consentito a Francesco di organizzare, negli anni, eventi in onore di personalità di spicco della politica, dello spettacolo e dell'imprenditoria, dalle star di Hollywood a Barack Obama ed Elisabetta II, e di aprire ristoranti in tutto il mondo. Ma rimanendo sempre con i piedi per terra, senza dimenticare le proprie radici, la propria famiglia: il padre Vittorio, che fin da quando Francesco è adolescente comprende e incoraggia la sua indole "ribelle" e la sua voglia di trovare la propria strada; la mamma Bruna, figura amorevole e sempre presente, il punto fermo attorno a cui orbita l'intera famiglia; e i quattro fratelli - Chicco, Barbara, Bobo e Rossella - con cui forma una squadra affiatata e invincibile: "E con il cuore torno sempre lì, al primo ristorante nel centro di Bergamo, dove ho capito che la felicità degli altri sarebbe diventata il mio destino".

La sposa italiana
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Trigiani, Adriana

La sposa italiana : romanzo / Adriana Trigiani ; traduzione di Roberta Zuppet

Milano : TEA, 2021

Abstract: Bergamo, 1910. C'è tutta la gioia del primo amore nel legame che unisce Enza e Ciro: bellissima e volitiva lei, energico e riflessivo lui, già immaginano la loro vita insieme, a onta delle difficoltà concrete, quotidiane, del loro villaggio tra i monti. Ma il destino ha deciso diversamente:Ciro scopre un segreto troppo grande per il suo animo semplice e viene costretto ad andarsene lontano, addirittura al di là dell'oceano. Finirà per lavorare come apprendista nella bottega di un calzolaio a New York, a Little Italy. E in quel mondo nuovo, frenetico e pieno di possibilità, il pensiero di Enza pare sempre più lontano, sempre più sfumato... È la povertà che spinge la famiglia di Enza a compiere lo stesso viaggio verso l'America. Ferita dall'abbandono di Ciro,la ragazza si dedica anima e corpo al suo lavoro di ricamatrice e, ben presto, inizia a lavorare al Metropolitan, dove realizza abiti lussuosi per le star dell'opera lirica. Ed è lì che incontra un ricco e affascinante americano, deciso a farle dimenticare quell'amore che appartiene a un altro tempo e a un altro continente... Non sapendo di vivere nella stessa città, Enza e Ciro s'incamminano su strade sempre più divergenti: il successo negli affari per lui e la promessa di una vita agiata per lei. Il passato è dimenticato, il presente è sereno, il futuro sembra tracciato. Poi, un giorno, Enza e Ciro si incontrano di nuovo. E tutto cambia.

Il Teatro Donizetti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Il Teatro Donizetti : metamorfosi della scena urbana a Bergamo / a cura di Andrea Gritti ed Emanuela Casti

[S.l.] : Bolis, 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 2
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: La Fondazione Teatro Donizetti e la munificenza di un cittadino bergamasco hanno permesso all’Università degli Studi di Bergamo e al Politecnico di Milano di documentare, con nuove ricerche, le relazioni tra la Città di Bergamo e l’edificio pubblico che più eloquentemente la rappresenta. Questo percorso è stato intrapreso mentre i lavori di restauro e di recupero del Teatro Donizetti erano ancora in corso, con il preciso intento di testimoniare come la vicenda di questo complesso architettonico, al contempo maestoso e fragile, si sia retta sulla presenza di un cantiere, per molti aspetti, infinito. Il libro analizza le vicende che hanno accompagnato l’evoluzione della società e della cultura cittadine, documentando la continua sovrapposizione tra scena teatrale e scena urbana.

Le gocce sul vetro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Preda, Wainer

Le gocce sul vetro : c'è un segreto mortale fra le montagne bergamasche : e porta fino a Praga / Wainer Preda

Milano : Mursia, 2021

Abstract: Bergamo, primavera 2019. Mentre l'Atalanta scala le classifiche, la città è sconvolta da una serie di delitti indecifrabili. Walter Torriani, giornalista d'antan, indaga sulle morti, legate a prima vista ad ambienti speleologici. La principale sospettata è una bella docente universitaria con cui, in passato, ha vissuto una tormentata storia d'amore. In un crescendo di colpi di scena, Torriani scopre un misterioso intrigo che da Bergamo porta fino a Praga. E un segreto, che dalla Seconda guerra mondiale è celato sotto le montagne bergamasche. Un segreto per cui si può uccidere.

Nembro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nembro : emozioni da vivere

Nembro : Comune, [2021?]

Bergamo viva
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mapelli, Angelo Maurizio - Talarico, Olimpio

Bergamo viva : guida alla città con Tasso, Donizetti, Mayr, Carrara, Garibaldi e papa Giovanni 23. / Angelo Maurizio Mapelli, Olimpio Talarico

Reggio Emilia : Aliberti, 2020

Abstract: Chi non ha mai visto Bergamo, non sa cosa si perde. Per il viaggiatore che percorre la penisola alla ricerca di storia e cultura, Bergamo può dirsi a buon diritto una delle tappe imperdibili. Per la sua innegabile bellezza; per la riservatezza e la civiltà che si respira dappertutto. La Città Alta è un angolo di Toscana in Lombardia, con torri patrizie, piazze fascinose, teatri, case di prestigio, il tutto incastonato in un fondale di splendide colline. La Città Bassa è brulicante di vita, strade, monumenti e architetture magnifiche. La pandemia ha colpito terribilmente questa città con il suo territorio. La ripresa delle attività sarà l'occasione per insediarsi stabilmente fra le destinazioni turistiche italiane da non perdere. Questa guida vuole dare il suo contributo, accompagnando il turista-lettore grazie a ciceroni d'eccezione, come Torquato Tasso, Gaetano Donizetti, Giuseppe Garibaldi, papa Giovanni XXIII. A dispetto di certi luoghi comuni sorti negli ultimi decenni, il senso di italianità di questa perla del Nord produttivo è vivo e radicato; così come il suo amore per la cultura e il buon vivere, che la laboriosità dei bergamaschi non ha mai cancellato, ma solo abilmente dissimulato.

A Bergamo ci sono i fantasmi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ferrari, Rosella

A Bergamo ci sono i fantasmi : Città Alta / Rosella Ferrari

[Bergamo] : Gruppo Aeper, 2021

Radici

Abstract: Un'avventura nuova per i piccoli, capace di stupire anche i grandi: imparare a conoscere Bergamo Alta con l'aiuto dei fantasmi di chi ci ha vissuto nel passato. Persone importanti o semplici, note oppure no. Tutte, però, hanno qualcosa da raccontare: qualcosa che ci aiuta a scoprire anche luoghi e storie che forse non tutti conoscono. Così, con questo libro alla mano, si camminerà lungo le strade di Città Alta alla ricerca dei luoghi o dei particolari dove i fantasmi si possono, con un po' di attenzione, ancora vedere... forse. Età di lettura: da 7 anni.

Carona: gli anni della rivolta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pianetti, Denis

Carona: gli anni della rivolta : la tormentata vicenda di due chiese e una comunità / Denis Pianetti

Bergamo : Corponove, 2021

Abstract: Denis Pianetti, autore ben conosciuto soprattutto per il successo del suo libro "Cronaca di una Vendetta - La vera storia di Simone Pianetti", districandosi con perizia tra la miriade di documenti, lettere, relazioni, ingiunzioni, articoli di giornale, ha saputo delineare una storia quasi dimenticata, una storia travagliata di Carona e della sua gente, cogliendone le complesse dinamiche, evidenziando i caratteri dei principali protagonisti, facendoli rivivere e agire in queste pagine a distanza di oltre un secolo. Era il 12 giugno 1921. Alla presenza del Vescovo di Bergamo Mons. Luigi Maria Marelli, fu consacrata la nuova chiesa parrocchiale di Carona, antico borgo alpestre situato lungo il fiume Brembo tra le montagne dell'alta Valle Brembana, un evento comune ad altri paesi, se non che all'origine di quella chiesa vi è una storia particolare. E piuttosto drammatica. Un paese diviso in due, al di là di evidenti lotte fra partiti, decine di carabinieri a sedare sommosse e a proteggere sacerdoti minacciati di morte, battesimi e funerali celebrati "in proprio" da una parte dei parrocchiani, senza la presenza di alcun prete. Una discordia protrattasi per diversi anni, dai primi del Novecento fino ai giorni della consacrazione. Protagoniste due contrade, Fiumenero e Porta: la prima dove sorge l'antica chiesa quattrocentesca, ostile alla seconda contrada, perché con immani sforzi e sacrifici, si è voluta la chiesa grandiosa, quale si ammira oggi. Le divergenze d'animi, giunte al loro culmine fra il 1913 e il 1914, ebbero conseguenze dolorose per l'intero paese, rimasto senza parroco e senza curato, tanto che dovettero intervenire le forze dell'ordine e autorità come l'on. Bortolo Belotti, il Vescovo Radini Tedeschi e il suo successore Marelli. I fatti di Carona - scrive Tarcisio Bottani - vengono contestualizzati nel più esteso ambito della Valle Brembana di quel periodo, focalizzando l'attenzione sulle non facili condizioni delle comunità di montagna, rispetto ai paesi del fondovalle, e in particolare di San Pellegrino. La contesa fu lunga, estenuante, feroce, condotta senza esclusione di colpi, che vede i "ribelli" accanirsi, senza concrete prospettive di successo, contro le autorità religiose e civili, contro i compaesani della parte opposta, tra i quali non mancavano amici e parenti. Si immagini quale sarà stato lo strazio di chi dovette dare l'estremo saluto ai propri cari, non di rado bambini, senza il conforto delle funzioni religiose e senza l'assistenza del parroco. Quale valutazione possiamo dare di questo quarto di secolo di divisioni, dispute e battaglie in cui fu coinvolta la popolazione di Carona? Quale giudizio sulla disperata contesa degli abitanti di Fiumenero per difendere la loro vecchia chiesa? Non c'è dubbio: un giudizio di grande rispetto, al di là della condivisione o meno delle ragioni che essi potevano addurre. Il rispetto che si deve a chi ha avuto la forza di lottare e di pagare di persona, anche a costo di rinunciare al conforto della pratica religiosa, non per qualcosa di attinente all'interesse materiale e individuale, ma per quello che ritenevano il bene comune. Una storia di lotte e di antagonismi, di errori e di pentimenti. La Grande Guerra e la febbre spagnola smorzarono alla fine i toni della rivolta e, dopo anni di tensioni, e di insoliti quanto curiosi episodi, anche gli ultimi ribelli presero la strada del pentimento e della conversione, varcando la soglia della nuova chiesa.

In viaggio a Bergamo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mangili, Nadia

In viaggio a Bergamo : la città delle porte = Discovering Bergamo : the city of doors / [testi di] Nadia Mangili, [copertina e disegni] Camilla Marinoni, [traduzione di] Eleonora Monico

Bergamo : Lubrina Bramani, 2021

Abstract: Quante volte siamo salite fin da piccole in Città Alta, a passeggiare lungo la Corsarola la domenica, a mangiare un gelato, a camminare con le amiche lungo gli spalti delle Mura. E quante volte ci torneremo ancora! Siamo da sempre legate affettuosamente alla nostra città, alla sua bellezza e alla sua storia, ma dal 2020 che ricorderemo per sempre, se possibile lo siamo ancora di più. Bergamo ormai è nota in tutto il mondo. Si è presa il suo spazio, seppur triste e amaro: ma è proprio per questo che pensiamo sia giunto il momento di spalancare le sue porte, di mostrare la sua anima più profonda, le sue stradine strette, i suoi affascinanti portoni, le sue piazze nascoste, il suo cuore più grande. Per questo abbiamo unito le nostre idee, le nostre conoscenze e le nostre professioni e abbiamo creato un racconto che, ne siamo certe, aiuterà i viaggiatori a sentirsi "a casa" nella nostra città. Abbiamo girato la chiave nella serratura di sette porte di Città Alta ed eccolo lì lo splendore: curiosità, segreti, storie appassionanti che siamo convinte potranno incuriosire anche i Bergamaschi, sempre più innamorati della loro meravigliosa città.

Bergamo resiste
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pellegrinelli, Carmen - Parolin, Laura Lucia

Bergamo resiste : storia di Superbergamo : solidarietà e attivismo al tempo del Covid / Carmen Pellegrinelli, Laura Lucia Parolin

Gallarate : People, 2021

Abstract: Durante la pandemia Bergamo è salita tristemente alle cronache per i suoi seimila morti. Rimane persistente l'immagine della fila di carri militari con le bare che il cimitero non può più seppellire. Ma c'è un altro pezzo di storia da raccontare. Perché in quei giorni Bergamo è stata anche uno straordinario laboratorio di resistenza. Questa è la storia di un gruppo di cittadine e cittadini che nel cuore dell'emergenza, in meno di una settimana, senza risorse, ha messo in piedi e gestito una rete solidale di consegne a domicilio di beni di prima necessità. Una rete di quasi 300 persone, che si è moltiplicata in una serie di azioni solidali sulle nuove povertà, sull'educazione non formale, sul sostegno alle persone migranti, sul supporto alla cultura e allo spettacolo dal vivo. Il libro racconta di un'impresa collettiva riuscita, di quanto può fare la comunità quando decide di unirsi e agire nel segno di una rinnovata solidarietà per una società più giusta e inclusiva.

Sarnico e il furto in pinacoteca
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vitali, Roberto <1978- >

Sarnico e il furto in pinacoteca / Roberto Vitali

[S.l.] : Silele, 2021

Abstract: Un misterioso furto nella famosa Pinacoteca di Sarnico sorprende all'improvviso la cittadinanza e le autorità locali: il colpevole sembra essersi dileguato furbescamente complicando le indagini. Riuscirà, anche questa volta, l'Ispettore Bellini, con tutta la sua astuzia e il suo ingegno a risolvere il caso?

L'inferno negli occhi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lory B.

L'inferno negli occhi / Lory B

Valsamoggia : Epika, 2021

Abstract: Un racconto semplice e senza filtri, senza censure, senza polemiche sterili. Solo cronaca reale di quello che è successo, e nel momento in cui accadeva, nell'ospedale di Bergamo e nell'animo degli operatori sanitari che rilasciavano brevi confessioni davanti alla macchinetta del caffè, in brevissimi attimi di pausa. Parole che non solo raccontano, ma teletrasportano il lettore direttamente nei corridoi del pronto soccorso in quei giorni di cupa sofferenza e di morte. Un piccolo diario denso che non racconta solo una storia, ma rappresenta quella di tutti gli infermieri e i medici in prima linea durante l'emergenza Covid-19.