Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Christie, Agatha

Trovati 465208 documenti.

Mostra parametri
Successo formativo, inclusione e coesione sociale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Successo formativo, inclusione e coesione sociale : strategie innovative. 2: Strategie orientative e transizione università-lavoro / a cura di Gaetano Domenici ; cura e contributi di Lucia Giovannini ... [et al.]

Roma : Armando, 2017

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Istruzione, formazione e apprendimento sono tra gli obiettivi più importanti dell'Unione Europea. Il successo formativo può diventare strumento sia nella lotta contro la povertà, l'esclusione e la mancata partecipazione al mondo del lavoro, sia per valorizzare e la coesione sociale. Il volume illustra i risultati conseguiti dalla qualificazione dei processi formativi nella didattica e nell'istruzione.

Stephen Hawking
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Smith, Daniel

Stephen Hawking : pensare come l'universo / Daniel Smith

[Milano] : Sperling & Kupfer, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 4
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Quando, a 21 anni, gli diagnosticarono la sclerosi laterale amiotrofica, gli avevano dato due anni di vita. Che decise di godersi a pieno, dedicandosi ai grandi quesiti che affascinano da sempre l'uomo: cosa c'è là fuori? Che cosa sono lo spazio e il tempo? Come si è evoluto il cosmo? Contro ogni pronostico, Stephen Hawking è morto a 76 anni dopo aver viaggiato con la mente in tutto l'universo: le sue ricerche nel campo della cosmologia, e in particolare dei buchi neri, l'hanno reso famoso nel mondo come fisico e divulgatore scientifico e gli sono valse la nomina a Professore Lucasiano di Matematica all'Università di Cambridge, un incarico già rivestito da Isaac Newton. La sua è la storia di una battaglia costante tra mente e corpo: più erano alte le vette che raggiungeva nel lavoro, più difficile e gravosa diventava la sua lotta per condurre una vita normale. Eppure, proprio i limiti fisici sono stati uno stimolo per affinare ed espandere le possibilità del ragionamento, colmando con la logica e la visione gli interrogativi del nostro tempo, tanto che Hawking affermava di saper pensare in undici dimensioni. Ripercorrendo la sua esperienza e la sua vita, questo libro stimolante ricostruisce il suo metodo e spiega come applicarlo in ogni ambito: mettere in discussione le predizioni, seguire le intuizioni, lasciarsi guidare da una curiosità insaziabile, trasformare gli ostacoli in risorse. Come ha fatto lui, che diceva: perché guardarsi i piedi quando si può puntare al cielo?

Il vangelo secondo Mafalda
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dal Corso, Marco

Il vangelo secondo Mafalda / Marco Dal Corso

Torino : Claudiana, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 4
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Come le parabole del vangelo, le strisce di Mafalda - eroina "arrabbiata" e "contestataria" - rifiutano il mondo così com'è. Come il vangelo, il personaggio del fumettista argentino Quino ci aiuta a non abdicare al dovere di indignarci di fronte all'ingiustizia, a non dimenticare che la vera domanda filosofica non riguarda tanto l'essere e il nulla quanto come sia possibile il bene al posto del male

Il cane che aveva perso il suo padrone
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dibben, Damian

Il cane che aveva perso il suo padrone : romanzo / Damian Dibben

Roma : Newton Compton, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 4
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: "Di solito, nell'arco della propria vita, un amante dei cani cambia più di un amico a quattro zampe. Nel mio caso però è diverso: sono stato io a perdere il mio padrone. E lo sto ancora cercando. Da più di un secolo, da quando mi è stato concesso l'incredibile dono di non invecchiare mai. La mia esistenza è un mistero. Certo, se riuscissi a trovare il mio primo padrone potrei avere le risposte che cerco. Quell'uomo onorevole e leale, dalla voce dolce e dal temperamento mite, sarebbe capace di spiegarmi ogni cosa. È per questo che non mi arrendo e continuo a cercarlo. Sperando disperatamente che sia ancora vivo." All'età di 217 anni, un vecchio cane attraversa tutta l'Europa: dalla strana corte del re Carlo I alle guerre per la successione spagnola, passando per Versailles, Amsterdam e la Venezia del XIX secolo. Nel suo percorso farà amicizia con animali e uomini, si innamorerà, si meraviglierà di fronte alla duplice capacità umana di innalzarsi producendo sublime musica e di cadere in basso combattendo squallide guerre. Mentre la Storia intorno a lui cambia, un sentimento solido e forte non lo abbandona mai: l'indissolubile legame con il suo padrone

La controfigura
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lollini, Luigi

La controfigura / Luigi Lollini

Roma : Alegre, 2018

Quinto tipo

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Rózsa. È il cognome di Eduardo, non ancora trentenne dirigente del Partito socialista operaio magiaro, o meglio, della sua organizzazione giovanile. È l'anno 1988, l'Europa è alla vigilia di sconvolgimenti epocali, ma pochi guardano l'orizzonte e capiscono. Eduardo forse è tra questi. Lo incontriamo a Bologna, dove si celebra in pompa magna il ix centenario dell'università. Rappresenta l'Ungheria a un meeting di giovani di mezzo mondo. Padre magiaro e madre boliviana, Eduardo Rózsa Flores non è il tipico burocrate d'oltrecortina: spigliato poliglotta, anticonformista, recita poesie e canta a piena voce, ammalia gli interlocutori, li attira, li trascina con sé nel suo slancio vitale, nel fervore per questi tempi che stanno per cambiare. La caduta del Muro di Berlino è vicina, la fine dell'Urss dietro l'angolo. Che farà questo giovane comunista, nell'epoca che viene? Alberto, studente dell'Alma Mater e alter ego dell'autore, trascorre con Rózsa una serata fatidica, che ricorderà per tutta la vita. «Take me / to the magic of the moment on a glory night», dirà la canzone che accompagnerà la svolta. Pochi mesi dopo, Alberto incontra di nuovo Eduardo, stavolta a Budapest, durante una vacanza con l'Interrail. Cena a casa sua, conosce i suoi genitori. Poi gli anni e la distanza macinano i giorni: qualche telefonata, un pugno di cartoline, un rapido incrocio a Venezia che ha vaghi contorni di mito... I due non si vedranno mai più. Nel 2009 la notizia appresa per caso: Eduardo Rózsa Flores è stato ucciso a Santa Cruz, in Bolivia. Un cerchio che si chiude male: nato in Bolivia, è morto in Bolivia come l'amato Che Guevara, ma - a quanto sembra - dall'altra parte della barricata: eliminato da forze speciali del governo socialista bolivariano. Era coinvolto, si vocifera, in un complotto di destra per attentare alla vita del presidente Evo Morales. È vero? E se è vero, com'è stato possibile? Cos'era diventato il brillante Eduardo nei vent'anni da Bologna a Santa Cruz? La domanda si dilata e pulsa nella testa di Alberto, nel frattempo divenuto insegnante, marito, padre. Bisogna provare a rispondere, bisogna cercare. Eduardo: comunista anticomunista, patriota magiaro che per «solidarietà internazionalista tra nazionalisti» combatte a fianco dei croati in Jugoslavia. Eduardo: convertito all'Islam durante una missione in Bosnia, «nemico dell'imperialismo», amico di «Carlos lo Sciacallo», e chi più ne ha più ne mette, ma più ne mette e più aumenta la confusione. Eduardo: un rompicapo, letteralmente. Per Alberto, un aneurisma della memoria, con rischio di rottura vascolare. La Controfigura è un regolamento di conti con una persona che ha tradito, e al tempo stesso il tentativo di capire chi e cosa sia stato tradito. Perché una cosa è certa, compagno: «A qualcuno devi chiedere scusa. Devi chiedere scusa anche a me».

L'idioma Olivetti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Toschi, Caterina

L'idioma Olivetti : 1952-1979 / Caterina Toschi ; prefazione di Ellyn Toscano

Macerata : Quodlibet, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Il volume traccia un percorso, tramite fotografie e documenti, sull'identità dell'azienda Olivetti dal 1952 al 1979, così come si è venuta costruendo attraverso tre luoghi di narrazione e di esposizione dei suoi prodotti: le mostre, i negozi e la scuola. I modelli espositivi e le forme di racconto scritto, orale e visivo che hanno portato all'affermazione sulla scena internazionale dell'inconfondibile idioma olivettiano sono qui riuniti per la prima volta dall'inedita mostra Olivetti: Design in Industry, ospitata tra l'ottobre e il novembre del 1952 presso il Museum of Modern Art di New York, fino all'esperienza del CISV, Centro Istruzione e Specializzazione Vendite (1954-1979), prima scuola italiana di educazione commerciale di impronta tecnico-umanistica, la cui storia è qui ricostruita grazie alla documentazione d'archivio e alle fotografie di Paolo Monti e di Gabriele Basilico

Bob Dylan, pioggia e veleno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Portelli, Alessandro

Bob Dylan, pioggia e veleno : "Hard rain", una ballata fra tradizione e modernità / Alessandro Portelli

Roma : Donzelli, 2018

Saggine ; 306

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Due cantautori, su tutti gli altri, hanno dato voce al sentimento dell'America profonda, incarnandone nella maniera più autentica l'anima popolare: Brace Springsteen e Bob Dylan. Dopo avere consacrato a Springsteen (e alla sua canzone «Badlands») un libro memorabile, Portelli si dedica ora a Dylan, e sceglie come emblema e protagonista del libro «Hard Rain», la canzone che Dylan incise per la prima volta nel 1962, agli esordi della sua attività. Non è certo un caso se, durante la cerimonia dell'assegnazione a Dylan del premio Nobel per la letteratura 2016, la canzone che Patti Smith scelse di cantare fu proprio «A Hard Rain's A-Gonna Fall». Ed è ormai largamente noto il giudizio espresso dalla rivista «Rolling Stone», che l'ha definita «la più grande canzone di protesta scritta dal più grande autore di canzoni della sua epoca». Meno noto è che Dylan ha costruito «Hard Rain» a partire da un intenso dialogo con un'antichissima ballata di tradizione orale, il «Testamento dell'avvelenato», di cui si trova traccia addirittura nell'Italia del Seicento, e che si diffuse in tutto il mondo anglosassone, col titolo di «Lord Randal», per passare poi in America attraverso i canali propri della tradizione orale. Esplorando le relazioni fra queste due canzoni, il libro mostra come il testo di Dylan si alimenti della profondità storica incorporata nell'antica ballata, la proietti verso un immaginario contemporaneo, e li illumini entrambi. In quel momento, Dylan è immerso nel folk revival, ma si prepara a uscirne; è come se fosse «in bilico fra mondi», scrive Portelli, in un momento di «prodigioso equilibrio che neanche lui avrebbe mai più ritrovato con altrettanta potenza». Grazie a un confronto serrato con le forme della canzone narrativa popolare e della sua storia plurisecolare, il libro scava nell'immaginario di Dylan, nella sua visione della storia e del futuro, dall'incombente minaccia nucleare ai disastri ecologici del nostro tempo, mettendo in luce il rapporto che il grande folksinger intrattiene con i linguaggi della musica, della poesia, dell'industria culturale. Ne emerge una lettura di Bob Dylan la cui unicità consiste nel collocarsi sapientemente, come solo un artista della parola cantata può fare, nel punto in cui si incontrano oralità e scrittura, testo e performance, folklore e popular culture, fra la globalizzazione dei movimenti e delle culture orali e quella dell'industria culturale. Al bivio fra due possibili vie della storia, apocalisse o liberazione

Le pioniere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cather, Willa

Le pioniere / Willa Cather ; traduzioni di Lucia Ferrero e di Fluffy Mella Mazzucato

[Roma] : Edizioni dell'asino, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Conscia della tensione fra vecchio e nuovo mondo, che tanto aveva sconvolto la vita dei migranti europei negli Stati Uniti tra Otto e Novecento, Willa Cather scelse di raccontare l'ombra e le contraddizioni della frontiera attraverso semplici ed eroiche figure femminili

Hendrix '68
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gentile, Enzo - Crema, Roberto

Hendrix '68 : the italian experience / Enzo Gentile, Roberto Crema ; introduzione Carlo Verdone

Milano : Jaca book, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Maggio 1968. In Italia sbarca una navicella aliena, The Jimi Hendrix Experience: sarà l'unico tour italiano del più grande chitarrista della storia del rock. Le città toccate, Milano, Roma e Bologna. Chi ha la fortuna di "sperimentare" quell'incontro ravvicinato, non lo dimenticherà più. Sei in tutto le performance, ricomposte qui minuziosamente come i tasselli di un puzzle, insieme con le scalette, il backstage e il fuori spettacolo. A cinquant'anni dall'evento, oltre cento testimonianze, articoli di riviste e quotidiani che raccontano lo "sbarco" e più di duecentocinquanta foto inedite a documentare quei concerti, di cui non esistono registrazioni audio-video ufficiali, quasi in un montaggio cinematografico. A completare il quadro, la ricostruzione del contesto politico culturale e della colonna sonora dell'epoca, in un Paese ancora sulla soglia dei circuiti del music business, dove Hendrix lascerà un'impronta indelebile

Così presente, così invisibile
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Campany, David

Così presente, così invisibile : conversazioni sulla fotografia / David Campany ; Broomberg & Chanarin ... [et al.]

Roma : Contrasto, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: "Di fotografia si parla spesso a livello amatoriale, e del resto ci sono tanti fotografi amatori. Ma ci sono sempre state anche voci più articolate, capaci di guardare oltre l'ovvio, di non farsi ingannare dalle distrazioni, di andare al di là della superficie per dirci qualcosa sugli aspetti più profondi di questo medium. Sono le voci di veri creatori di immagini". Il critico e curatore di mostre David Campany ha chiesto a una serie di artisti di fama mondiale di parlare del loro passato, delle fasi creative che hanno attraversato, del loro rapporto con la fotografia e con la realtà. Sono conversazioni che trascendono la dimensione della semplice intervista per svelare la stretta connessione tra arte e fotografia, tra fotografia e mondo, tra pensiero e parola

Costruzioni in acciaio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cirillo, Antonio

Costruzioni in acciaio : NTC2018, EC3, EC8 / Antonio Cirillo

Milano : Hoepli, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Il volume, aggiornato alle NTC2018, tratta ampiamente il materiale acciaio, con cenni alla fabbricazione, agli elementi tipici e alla storia delle costruzioni, per fornire al progettista un quadro che sia d'ausilio per l'utilizzo, per il calcolo e per l'inserimento armonico degli elementi "giusti" in una struttura. L'obiettivo è fornire una visione della struttura che permetta di calarla in uno scenario di cimento di progetto con una previsione del comportamento sotto carico, così da poter intuire come e in che successione si verificheranno le crisi strutturali ancor prima del calcolo numerico. Questo consente di osservare il mutare della struttura, in particolare di quella iperstatica, nel corso delle crisi e di valutare la sicurezza in base al cimento relativo che coinvolge la struttura al crescere delle azioni esterne. L'opera si basa essenzialmente sull'Eurocodice 3 e ogni ambito viene trattato facendo riferimento alla norma europea, ma calandone i contenuti e le indicazioni in un quadro vicino alla letteratura tecnica italiana. Ne deriva una trattazione friendly che consente al progettista di conoscere più rapidamente le impostazioni europee. Segue una sistematica trattazione che corre parallela alle indicazioni delle nuovissime norme tecniche 2018, sia per le strutture in acciaio sia per le specifiche prescrizioni delle strutture metalliche in zona sismica. Il testo, rivolto sia ai progettisti (ingegneri, architetti, geometri) sia a studenti universitari, è corredato di una serie di fogli Excel, disponibili su www.hoeplieditore.it/8270-4, utili per i calcoli di verifica dei principali elementi strutturali.

La caduta del cielo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Kopenawa, Davi - Bruce, Albert

La caduta del cielo : parole di uno sciamano yanomami / Davi Kopenawa e Bruce Albert ; traduzione di Alessandro Palmieri e Alessandro Lucera

Milano : Nottetempo, 2018

Figure

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: La caduta del cielo è un resoconto della vita e del pensiero cosmoecologico di Davi Kopenawa, sciamano e portavoce dell'Amazzonia brasiliana, che disegna un quadro indimenticabile della cultura yanomami nel cuore della foresta pluviale. L'antropologo Bruce Albert ha raccolto e trascritto le sue parole affinché trovino un cammino anche lontano dalla foresta, contro la geopolitica globale e i suoi interessi predatori

L'ultimo templare
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Magini, Roberto

L'ultimo templare : romanzo / Roberto Magini

Milano : Leone, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Tino, ultimo discendente di una schiera di templari rifugiatisi in Italia per sfuggire alla persecuzione di Filippo il Bello, s’innamora perdutamente di Claudia. La donna però fa parte di una setta criminale, la parte oscura del tempio, che cerca in tutti i modi di impossessarsi dei grani di vita, di un antico papiro e di un tesoro il cui segreto è gelosamente custodito da diversi secoli dal casato di Tino. Scoperto l’inganno, Tino si unisce a Guendalina, maresciallo dell’arma, nella ricerca del tesoro, e i due raggiungono un mondo sotterraneo percorso da insidiosi tranelli e abitato da una popolazione che sorveglia, da millenni, l’Albero della vita

La mia supermamma
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stoinich, Elisabetta

La mia supermamma : perché sei sempre la mia eroina! / Elisabetta Stoinich

[S.l.] : Sperling & Kupfer, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 2
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Di mamma ce n'è una sola e come potrebbe essere altrimenti! Nessun altro sa cucinare come lei (e meno male), è altrettanto dolce (quasi sempre), si ricorda tutto ma proprio tutto (e non esita a raccontarlo in giro), sa esserci nel momento del bisogno (e spesso in qualunque altro momento). Con grazia e molta ironia, Elisabetta Stoinich (mamma ma non troppo) si diverte a raccontare i 150 superpoteri che rendono la mamma una persona unica e insostituibile, capace di consolare, coccolare, far ridere, sgridare, guidare, sostenere spesso tutto allo stesso tempo!

Moto Enduro anni 80
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sarti, Giorgio

Moto Enduro anni 80 : "L'era d'oro" / Giorgio Sarti ; prefazione di Edi Orioli

Vimodrone : Nada, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 2
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: La prima mitica Parigi-Dakar parte dal Trocadero nel 1979 con destinazione Senegal. Da quel momento nulla sarà più come prima nel mondo dell'Enduro perché il successo di questa corsa è clamoroso e, anno dopo anno, ai ''privati'' iniziano a sostituirsi le case ufficiali con piloti di grido, grazie all'elevatissimo clamore pubblicitario suscitato dalla gara. Si iscrivono persino attori e personaggi dello spettacolo, pronti a condividere la sabbia tra i denti con gli addetti ai lavori pur di vivere questa esperienza. Tutte le case costruttrici inseriscono modelli da Enduro nei loro listini dando il via ad una serie di moto di enorme fascino, il più possibile simili ai mezzi ufficiali e quindi dotate di giganteschi serbatoi e dai nomi quanto mai evocativi: Paris-Dakar, Tuareg, Camel e Africa Twin. Il libro ripercorre questa decade rivivendo le tappe più importanti della Parigi-Dakar ed esaminando il fenomeno Enduro attraverso i modelli di maggior successo. Non manca un catalogo finale con i modelli di tutti i marchi, che illustra tutte le varie versioni con le rispettive evoluzioni arricchite da una serie di dati tecnici. Il primo e unico libro sulle moto da Enduro: da non perdere per tutti gli appassionati di fuoristrada!

Banche e banchieri in Italia e in Svizzera
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Banche e banchieri in Italia e in Svizzera : attività, istituzioni e dinamiche finanziarie tra 16. e 21. secolo / a cura di Giuseppe De Luca, Marcella Lorenzini, Roberto Romano

Bologna : Il mulino, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Sulla lunga storia dei rapporti finanziari tra Italia e Svizzera ha da sempre gettato la sua ombra il cosiddetto «segreto bancario». L'attenzione per il tema della riservatezza ha contribuito sia a schiacciare l'analisi storica sui decenni più recenti, sia a cristallizzare un'immagine stereotipata di questa relazione, che vedeva l'Italia come serbatoio di capitali per la ricca e catafratta Confederazione elvetica. Obiettivo di questo volume è riportare alla realtà storica, fondata su ricerche e fonti archivistiche, la complessità di questi rapporti animati da un fertile scambio di denaro, operatori, tecniche e know how tra le due nazioni. Si profilano quindi sia per l'età moderna che per l'età contemporanea un'intensa reciprocità di relazioni, una funzionale complementarietà dei flussi di finanziamento e molte analogie nella struttura dell'offerta creditizia. Durante i secoli preindustriali i territori italiani ed elvetici, di matrice cattolica, appaiono accomunati dall'attività di operatori «non istituzionalizzati» (come i notai o gli enti religiosi), che svilupparono un'efficace rete di credito informale, in parte sovrapposta e concorrente alla diffusione delle nuove banche ottocentesche. Così anche durante l'età contemporanea, dove uomini e capitali continuano a muoversi tra i due paesi generando crescita, imprenditorialità e innovazione. Un flusso di scambi e di contaminazioni che sembra continuare anche dopo l'abbattimento del segreto bancario, a testimonianza delle radici e della tenuta della genealogia di questo rapporto

L'impegno di una vita: insegnare a pensare
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lipman, Matthew

L'impegno di una vita: insegnare a pensare / Matthew Lipman ; postfazione di Duccio Demetrio ; postfazione di Pino Boero

Milano [etc.] : Mimesis, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 2
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: In questo scritto Matthew Lipman racconta, con stile autobiografico, il suo percorso di ricerca filosofico, esistenziale e politico che lo ha condotto a creare il progetto della "Philosophy for Children". Attraverso questo testo si intrecciano ricordi, idee e riflessioni dell'autore che, a partire dall'infanzia sino a giungere all'età adulta, hanno creato il tessuto teorico e pratico del suo impegno filosofico. Si tratta di un'occasione preziosa per approfondire le potenzialità emancipative offerte dalla "Philosophy for Children". "L'obiettivo che mi sono proposto con questo libro non era di scrivere la consueta autobiografia nella quale venisse rivelata per intero l'esistenza - professionale e privata - dell'autore. Mi premeva, piuttosto, realizzare un'opera in cui il lettore potesse trovare argomenti di interesse comune e, nello specifico, i passaggi cruciali nella storia della 'Philosophy for Children'. Solo se possiedi tutte queste cose - idee, ideali, una metodologia appropriata e coraggio - puoi cominciare a distinguere mezzi e fini e poi riunirli così che operino efficacemente insieme come se fossero una cosa sola." Prefazione di Duccio Demetrio. Postfazione di Pino Boero

Corpo a corpo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sylos Calò, Carlotta

Corpo a corpo : estetica e politica nell'arte italiana degli anni Sessanta / Carlotta Sylos Calò

Macerata : Quodlibet, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: "Corpo a corpo. Estetica e politica nell'arte italiana degli anni Sessanta" affronta le vicende dell'arte in Italia dal 1959 al 1969 - dallo "scandalo" dei Sacchi di Alberto Burri allo scioglimento del gruppo dell'Arte povera - ricostruendo le diverse ipotesi, spesso in competizione, attraverso le quali è stata interpretata la modernità in un decennio cruciale nella vicenda del Paese e il fitto scambio che vi ebbe luogo tra creazione artistica, riflessione teorica, militanza critica e sfera politica in senso ampio. La produzione artistica e critica del decennio viene infatti riletta alla luce della storia culturale del periodo, analizzando alcuni dei nodi - opere, inchieste, dibattiti, mostre - in cui appaiono temi estetici e politici quali la società di massa, il sistema, il mercato, la militanza, restituendo quella pluralità di sguardi che costituisce ancor oggi la ricchezza maggiore, e forse mai più raggiunta, degli anni Sessanta, il decennio decisivo per il superamento della concezione tradizionale dell'opera in cui per molti l'immaginazione è stata effettivamente al potere

Viene il mattino
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Alsabagh, Ibrahim

Viene il mattino : Aleppo, Siria : riparare la casa, guarire il cuore / Ibrahim Alsabagh

Milano : Terra Santa, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 4
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: 22 dicembre 2016. Dopo l'intensificarsi degli scontri e la pioggia di missili che sembra non finire, d'improvviso le armi tacciono. Aleppo è dichiarata "città libera". Sembra un sogno: si ricomincia a camminare per le vie del quartiere senza paura. Davvero la guerra è finita? Il sogno dura poco. È vero, i combattimenti più aspri si sono spostati altrove ma la città è in macerie e la gente stremata. Riprende da qui il racconto di fra Ibrahim, frate francescano e parroco ad Aleppo. Se nel libro precedente, Un istante prima dell'alba, aveva raccontato la vita sotto assedio, con la minaccia continua dei missili e dei cecchini, ora ci introduce alla grande impresa della ricostruzione. Ci sono le case da riparare, le chiese e le moschee, ma a dover essere ricostruita è soprattutto la persona. Le ferite sono tante: ve ne sono di manifeste, a ogni angolo di strada, e ve ne sono di nascoste, nei cuori delle persone e nelle relazioni a tutti i livelli della società. La notte di Aleppo non è finita ma il fuoco non si è spento sotto la cenere e la morte non ha l'ultima parola

Meet me alla boa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stella, Paolo

Meet me alla boa / Paolo Stella

Milano : Mondadori, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 6
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: «Sono l'ufficiale di polizia Betancourt, del distretto di Paris.» «Scusi, ha detto polizia?» «Sì. Lei è da solo in casa? Può sedersi per favore?» «Sono in piedi e sono solo.» «Si sieda, per favore.» «Sono seduto.» «Bene. La chiamo perché abbiamo trovato questo numero sul cellulare di una ragazza qui a Paris; ha subito un incidente. La situazione è molto delicata. Abbiamo chiamato "casa". Quindi supponiamo lei sia della famiglia.» «Sono il suo ragazzo.» «Stiamo cercando di contattare anche i genitori, perché riteniamo opportuno che veniate il più presto possibile a Paris. Non troviamo il loro numero. Lei me lo potrebbe fornire?» «Non li conosco personalmente, mi dia un attimo.» «Bene, la ringrazio. Pensa di venire?» «Certo. Prendo un volo e arrivo.» «Bene, le lascio il numero del...» «È morta, vero?» Troppo silenzio. Lo senti subito quel troppo, è lucido come una lama. «La situazione è critica.» «È morta.» «Mi dispiace molto. La aspettiamo qui, quando potrà.» Clic. Con il cuore in apnea, Franci si imbarca sul primo aereo disponibile e arriva puntuale all'obitorio. Soltanto trenta passi lo dividono dalla cella refrigerata dove giace quel corpo da riconoscere. Varcato il portone, il tempo rallenta e a ogni passo rivede il film clamoroso e coinvolgente della sua meravigliosa storia d'amore. Lui e Marti. Vita, viaggi, discussioni, amore e bellezza, sorprese e giuramenti. Una storia fra due persone che si sono amate, donandosi il bene prezioso della libertà reciproca, qualcosa capace di superare anche la morte